La caccia al primo blitz della stagione va in scena in casa di quella che possiamo tranquillamente considerare come un'ex diretta concorrente. Perchè ha ragione Zanetti quando dice che la Salernitana, con i suoi 44,6 milioni di euro spesi sul mercato, potrebbe e dovrebbe lottare per la parte sinistra della classifica. Questo, per l'Empoli, vuol dire entrare nel catino dell'Arechi senza i favori del pronostico, particolare non da poco se pensiamo che la sfida, negli ultimi anni, ha sempre visto la formazione azzurra  nettamente avvantaggiata. Questo confronto, un anno fa, mostrò un divario che pareva incolmabile, anche se la Salernitana fu brava a compiere una rimonta che ebbe del miracoloso. I granata, da lì, hanno costruito un fortino che oggi appare assai difficile da scardinare, con giocatori di valore, importanti e soprattutto molto costosi. L'Empoli, però, è ormai una vecchia volpe abituata a certi palcoscenici. E anche se la formazione di Zanetti è molto giovane, le armi per andare a Salerno e mettere in difficoltà la squadra di Nicola le ha tutte.

Sezione: L'avversario / Data: Lun 05 settembre 2022 alle 10:30
Autore: Lorenzo Portanova
vedi letture
Print