LOTITO: "Non me ne vado. Resto a Salerno perché ci voglio restare"

18.10.2020 13:30 di TS Redazione   Vedi letture
Fonte: Il Mattino
LOTITO: "Non me ne vado. Resto a Salerno perché ci voglio restare"
© foto di Carlo Giacomazza/TuttoSalernitana.com

"Non me ne vado. Resto a Salerno perché ci voglio restare". Al solito schietto e diretto, il co-patron Lotito ha spalancato la finestra sul futuro, ha rilanciato. Insomma non molla. Dopo Salernitana-Pisa, il co-patron non si è congedato dai giornalisti con il consueto gesto sornione: tre dita e il segno della croce. Ha lasciato, invece, il «pace e bene» all'arcivescovo Andrea Bellandi, uno dei circa cento destinatari dei biglietti ad invito stampati dal nuovo player VivaTicket. I tagliandi sono stati destinati ad ospiti, fornitori, sponsor, autorità civili e politiche. Bellandi è tifoso della Fiorentina ma è diventato in fretta anche cuore granata. In tribuna si è divertito, ha confabulato con Lotito, con l'assessore comunale allo sport Caramanno, il presidente regionale della Federcalcio, Zigarelli, il sindaco di Baronissi, Valiante.