Dal punto di vista tattico, la Salernitana di stasera sarà molto simile a quella che ha ben figurato a Reggio Emilia. Primo tempo accorto, con giocatori muscolari, fisicità e verticalizzazioni rapide per innescare il tandem d'attacco, ripresa con maggiore qualità soprattutto se ci dovesse essere il calo fisico di una Spal che ha un giorno in meno di riposo e che non potrà fare grosso turnover in virtù di sei assenze pesanti. Mister Castori, però, ha studiato anche alcune varianti (termine molto in voga in queste settimane), tenendo conto di quanto accaduto nei primi venticinque minuti dell'andata. La Spal cambierà pelle (sarà un 3-4-1-2 a trazione anteriore, che si trasformerà a tratti in uno speculare 3-5-2), ma il pericolo principale si chiama Valoti ed è prevista una marcatura quasi ad uomo di Di Tacchio, con Gyomber e uno dei due braccetti difensivi che si alterneranno nel raddoppio per non dargli spazi e l'esterno che scala sulla linea difensiva per non creare inferiorità numerica nè farsi sorprendere dai tagli alle spalle. Naturalmente si cercheranno di sfruttare anche le lacune difensive degli estensi che, nel girone di ritorno, hanno subito un sacco di gol. Ma stasera conterà anzitutto non subirne. 

Sezione: News / Data: Mar 02 marzo 2021 alle 13:00
Autore: Gaetano Ferraiuolo
Vedi letture
Print