SALERNITANA: le cessioni più proficue dei granata

26.05.2020 14:00 di Orlando Aita   Vedi letture
© foto di Nicola Ianuale/TuttoSalernitana.com
SALERNITANA: le cessioni più proficue dei granata

Nel corso della sua lunga e gloriosa storia la Salernitana ha sempre rappresentato un punto d'arrivo, una meta di passaggio, per la carriera di un calciatore. Sono più di un migliaio gli atleti che dal 1919 ad oggi hanno vestito la maglia granata. Molti di questi sono riusciti anche ad accedere alla 'hall-of-fame' della società, diventando un simbolo della squadra e della città. 

Inoltre la Salernitana è stata, ed è ancora oggi, una vetrina importanti per giovani talenti. Essendo sempre stato un club (economicamente) di media fascia, le diverse società che si sono susseguite nel corso degli anni hanno puntato giustamente sulla crescita e sulla valorizzazione del calciatore. Qualche giorno fa ci siamo imbattuti in un'interessante classifica: 'le cessioni più importanti degli ultimi 50 anni'. In questo 'pezzo', infatti, ci soffermero sulle tre operazioni in uscita dei granata più profittevoli, ovviamente sotto il punto di vista economico. Al primo posto troviamo la vendita di Gennaro Gattuso al Milan, per una cifra pari a 8 milioni di euro, con un guadagno netto di circa 4 milioni rispetto al valore iniziale. Al secondo posto del podio troviamo Nicola Corrent, classe '79 che con la maglia della Salernitana ha collezionato cinquantaquattro presenze. Il centrocampista veronese, all'epoca ventunenne, fu venduto sempre al club rossonero per 3,62 milioni. Chiude questa speciale classifica il difensore camerunense Rigobert Song che fu ceduto al Liverpool e generò un guadagno lordo di 3,58 milioni. Però c'è da dire che queste manovre appartenevano ad un mercato d'altri tempi, quello attuale è molto più complicato e diverso. Comunque, in un modo o nell'altro, anche quest'anno la società granata, nella figura del direttore sportivo Fabiani, ha provato a costruire una squadra forte, di qualità. E forse ci è riuscita. La stagione della Salernitana è ripartita ieri, con gli allenamenti individuali. Il campionato deve (ri)iniziare perché c'è una salvezza da conquistare e una zona play-off da difendere.