Situazione sempre più ingarbugliata per quanto riguarda la partita tra Cosenza e Salernitana. La società calabrese, con ogni probabiltà, farà ricorso e ciò spingerà da prassi il giudice sportivo a non omologare il risultato e a mettere in ghiacciaia i tre punti dei granata che valgono, ad ora, il primo posto. Vi abbiamo raccontato in precedenza dell'ottimismo del sodalizio rossoblu, convinto che l'ammonizione di Ba non fosse corretta dal momento che era stato autorizzato l'ingresso in campo. Le immagini televisive, tuttavia, non sono chiare e non supportano questa tesi. Si vede chiaramente che due calciatori del Cosenza abbandonano il terreno di gioco e salutano i due che entrano, mentre Ba si getta nella mischia senza sincerarsi dell'uscita di Bruccini che, tra l'altro, non aveva avuto una segnalazione chiara da parte della panchina e non sapeva di essere stato sostituito. In pratica nel referto arbitrale Dionisi ha due possibilità: ammettere l'errore (ma non avrebbe senso l'ammonizione successiva) o scrivere che Ba è entrato senza l'autorizzazione nè sua, nè del quarto uomo. E' vero che il dirigente del Cosenza alza il tabellone, ma a livello regolamentare non ha nessuna valenza senza l'ok di chi dirige la partita. Non è finita qui. La Salernitana, come linea difensiva, potrebbe chiedere il 3-0 a tavolino, dal momento che quella di Ba è considerata sostituzione a parte. Infatti Bruccini lascia il campo e si avvia verso la panchina, con i rossoblu che hanno utilizzato non tre, ma quattro slot. Situazione da 0-3 a tavolino. Resta da capire se, in questo caso, il Cosenza farà comunque ricorso (come pare) o se finirà in una bolla di sapone. Ma questa partita sta facendo discutere a livello nazionale, con ex arbitri di serie A che propendono per l'errore tecnico, ma anche altri che ritengono corretto l'atteggiamento della terna. 

Sezione: News / Data: Lun 30 novembre 2020 alle 16:00
Autore: Gaetano Ferraiuolo
Vedi letture
Print