Una vittoria da cardiopalma, una vittoria non adatta ai deboli di cuore. Dopo il triple fischio mister Castori si è presentato in conferenza stampa per rispondere alle domande dei giornalisti. 

Ecco le parole del tecnico dei granata: "Come ho sempre detto, questo è un campionato difficile ed equilibrato. Oggi il Venezia ha cominciato la partita meglio di noi. Nella seconda parte, però, ci abbiamo provato e abbiamo creato tanto: la porta sembrava stregata. Abbiamo portato a casa una vittoria sofferta, di carattere e questo è quello che contraddistingue questa squadra che non si arrende mai e sa sempre quello che vuole. Mancano quattro partite alla fine e siamo a un solo punto dalla promozione diretta. Vogliamo provarci. Per i play-off, invece, siamo messi bene. Ci fa piacere aver riportato entusiasmo, senso di appartenenza nei tifosi. E soprattutto sono contento che questa squadra venga seguita con affetto da tutti: difendere i colori della città è per noi un motivo di orgoglio, vogliamo regalarci (regalarvi) un sogno.

Non abbiamo mai abbassato il livello di convinzione e non siamo mai caduti in quell'atteggiamento lamentoso: dopo il recupero abbiamo trasformato quella che poteva essere la partita-beffa, in qualcosa di straordinario. Tutte le vittorie sono belle, ma quello che più conta è crederci fino all'ultimo. Alla partita con il Monza ci penserò quando andrò a casa. Campionato fermo? Stiamo attraversando un ottimo momento sia sotto l'aspetto mentale, che fisico. Se si dovesse fermare tutto sarebbe per noi un danno, ma comunque anche in quel caso studieremo qualcosa. 

La Salernitana è una e basta: può giocare in un modo, in un altro, l'importante è portare a casa il risultato. Castorizzati vuol dire crederci sempre, fino all'ultimo: quella di oggi è una delle tante partite che abbiamo saputo raddrizzare, ma ormai questa squadra ha nel suo dna la voglia di vincere".

Sezione: News / Data: Sab 17 aprile 2021 alle 16:46
Autore: Orlando Aita / Twitter: @OrlandoAita1992
Vedi letture
Print