Da Reggio Emilia per Cremona, passando per l’Arechi. Il viaggio della Salernitana verso la Serie A, passa da queste tre tappe, tutte in una settimana. Il giro d’Italia dei granata parte dal Mapei e il turno infrasettimanale contro la Spal in casa farà da tramite all’ardua trasferta contro la Cremonese. Castori e i suoi ragazzi ci credono, la vittoria di Ascoli significa aver ritrovato quelle certezze perdute qualche settimana prima. I risultati utili consecutivi aumentano, far risultato a Reggio Emilia significherebbe avere una fiducia smisurata verso il match contro la Spal, tra le più forti e attrezzate di questa Serie B. Si potranno capire tante cose, se i granata lotteranno per la Serie A diretta o passando dai playoff. Ai tifosi poco importa sia chiaro, alle loro coronarie un po’ meno, e risparmiarsi l’agonia delle gare da dentro fuori sicuramente farebbe piacere ad un popolo sofferente da 23 lunghissimi anni. La gara di Cremona invece potrebbe essere il sigillo definitivo, il sì della sposa che i granata vogliono strappare a tutti i costi. Bando alle metafore, vincere in momenti del genere, da fiducia e aiuta a vincere. Storicamente vincere due gare in trasferta consecutivamente, significa vittoria del campionato e allora cara Salernitana inizia a pensare giorno per giorno, pezzo per pezzo, aggiungi i mattoncini e scala il grattacielo. Inimmaginabile sarebbe pensare allo stadio Arechi pieno nel match con la Spal, gare del genere le vince il pubblico più che la squadra. Allora il popolo granata deve spingerli ancora più forte, per inseguire il sogno proibito, fino a poco tempo fa nemmeno pronunciabile: Salernitana, non smettere di correre!

Sezione: News / Data: Mer 24 febbraio 2021 alle 21:30
Autore: Francesco Marra Cutrupi / Twitter: @Fmarracutrupi_
Vedi letture
Print