È il momento più difficile della stagione della Salernitana. E viene anche difficile parlare di questo momento, perché la situazione è preoccupante sotto vari aspetti, la sconfitta di Empoli non è soltanto il culmine di un periodo complicato ma il punto di non ritorno per una squadra che al momento non ha né certezze, ne punti di riferimento a cui aggrapparsi per riuscire a costruire qualcosa di buono. Là prestazioni di ieri è di quelle che non vorresti mai veder fare alla tua squadra del cuore, i granata sembrano un pugile incapace di difendersi e i quattro schiaffi presi nel solo primo tempo sono indice di un KO tecnico devastante a livello mentale. Nelle ultime tre gare disputate, i granata hanno subito 10 goal, senza realizzarne nemmeno uno e non è un caso che la squadra di Castori offra una prestazione del genere. L’Empoli è nettamente superiore, chiariamoci, guai a sottovalutare i mezzi tecnici di una delle squadre più forti del campionato, ma come detto, l’atteggiamento quasi arrendevole della Salernitana è destabilizzante. Ora occorre mantenere il sangue freddo, per quanto sia difficile, dimostrare di essere gruppo, far quadrato e uscire da questo momento complesso perché altrimenti si fa davvero dura. Domenica arriva il Pescara, una squadra in netta difficoltà, obbiettivo numero uno non far prevalere la paura. Salernitana, rialzati!

Sezione: News / Data: Lun 18 gennaio 2021 alle 21:30
Autore: Francesco Marra Cutrupi / Twitter: @Fmarracutrupi_
Vedi letture
Print