Alle 14 di domani la Salernitana verrà ospitata dalla Cremonese, in occasione del match valido per la giornata numero 27 di questa Serie B in programma al Giovanni Zini.

Come di consueto, torna l’appuntamento settimanale de L’ex di turno, che per l’evenienza vede protagonista Mauro Milanese.

Nato a Trieste nel 1971, ha vissuto una carriera ricca di gioie nei panni da difensore. Dopo un giro di prestiti, trova il primo gettone con la maglia della città che gli ha dato i natali, la Triestina. Dopo due anni lascia gli Alabardati e si accasa alla Cremonese.

Siamo nell’ottobre del ’94 e la Cremo gioca in casa del Cagliari. È la Serie A, il sogno di Mauro, che viene coronato proprio in Sardegna. In maglia grigiorossa totalizza 27 presenze condite da 3 reti.

Da quel momento la carriera del classe ’71 subisce un’impennata: dalla Cremonese passa al Torino, poi al Napoli e quindi al Parma. Nel 1997 l’Inter lo preleva dai ducali e gli offre l’occasione per alzare al cielo una Coppa Uefa, vinta a Parigi contro la Lazio. In quella squadra, a fargli compagnia c’erano leggende del calibro di Zanetti, Ronaldo e Zamorano.

Nel 2005 muove i passi verso l’Inghilterra: ad acquistare il suo cartellino è il QPR, formazione militante nella seconda serie britannica. Due anni dopo torna in Italia, alla Salernitana: con i granata totalizza 28 presenze e fornisce un prezioso aiuto per trascinare nuovamente la squadra in Serie B, sotto la guida di Fabio Brini.

Milanese ha dato l’addio al calcio giocato nel 2009, dopo una stagione al Varese, per intraprendere la carriera da procuratore prima e da direttore sportivo poi.

Sezione: News / Data: Ven 05 marzo 2021 alle 20:30
Autore: Ferdinando Gagliotti / Twitter: @Ferdinandogagl3
Vedi letture
Print