Vincendo in casa dell’Ascoli (0-2), la Salernitana ha realizzato il suo momentaneo obiettivo: spezzare quella catena di pareggi, che durava da ben quattro giornate. Guarita dalla “pareggite”, la formazione guidata da Fabrizio Castori è tornata a lavoro per preparare il prossimo impegno: il match tutto granata contro la Reggiana, in programma alle venerdì alle 19 al Mapei Stadium.

Massimiliano Alvini sa quanto pesa questo incontro: lo schiacciante 0-3 rifilato al Cittadella in terra veneta ha risollevato l’umore della sua squadra, che tuttavia occupa ancora una posizione in classifica che non concede rilassamenti. I 27 punti raccolti in queste prime 24 giornate di Serie B valgono la posizione numero quattordici. La zona play out dista appena un punto.

A ledere la tranquillità in casa Reggiana, giusto per aggiungere altro sale sulla ferita, si son messi anche gli infortuni: contro il Cittadella hanno dovuto lasciare anzitempo il terreno di gioco due elementi fondamentali come Ardemagni e Rossi. Per il primo frattura alla mano destra, per il secondo i soliti problemi muscolari.

All’andata, i granata campani ottennero un largo successo per 3-0. Peccato, però che quelle tre reti arrivarono “d’ufficio”: la formazione di Alvini infatti, a causa dell’elevato numero di elementi risultati positivi al Covid-19, preferì non partire alla volta di Salerno. Occasione ulteriore per Laribi &Co.: basterà questo come motivazione agli emiliani?

Sezione: News / Data: Mar 23 febbraio 2021 alle 21:30
Autore: Ferdinando Gagliotti / Twitter: @Ferdinandogagl3
Vedi letture
Print