Fabrizio Castori torna al Marulla cinque mesi dopo ma questa volta sulla panchina della Salernitana. I colori sono rimasti invariati ma lo stemma è cambiato, rispetto al match con il Trapani durante il post lockdown dei mesi scorsi. E questa volta arriva da candidato a riprendersi il primo posto in classifica, a seguito del sorpasso del Lecce venerdì sera. Ma anche in attesa dell’Empoli che ospita il Vicenza. Comunque torna con una squadra che si annuncia essere una delle candidate alla promozione in Serie A. 

Nella sua lunga carriera il tecnico marchigiano ha incontrato i rossoblù in trasferta soltanto in due occasioni rispettivamente con Carpi e Trapani e va a caccia della prima vittoria contro il Cosenza. Lo score dice: un pareggio e una sconfitta, entrambe decise nei minuti finale della gara. Con il Carpi finì con una sconfitta, fu decisivo Pietro Perina a neutralizzare il calcio di rigore tirato da Marsura. Un anno dopo invece toccò a Raul Asencio strozzare l’urlo in gol al Trapani con un pareggio decisivo in chiave salvezza. Adesso Castori ha gli uomini e i mezzi per vendicarsi ma i rossoblù sono pronti a vender cara la pelle.

Sezione: News / Data: Sab 28 novembre 2020 alle 21:30 / Fonte: tifocosenza.it
Autore: Luca Esposito / Twitter: @lucesp75
Vedi letture
Print