SALERNITANA: Lotito-Regione, la doppia versione sull'apertura dell'Arechi e le ultime in vista di sabato

20.10.2020 18:00 di Gaetano Ferraiuolo   Vedi letture
SALERNITANA: Lotito-Regione, la doppia versione sull'apertura dell'Arechi e le ultime in vista di sabato

Nel corso del consueto appuntamento del venerdì, un atteso soliloquio utile a fare il punto della situazione sull'emergenza Covid, il Governatore Vincenzo De Luca ha annunciato misure ancor più stringenti per contenere il numero di positivi che, pur essendo quasi tutti asintomatici, hanno superato la famosa e temuta soglia delle mille unità. Ci si avvia verso un lockdown regionale? Possibile, ma intanto si parte con il coprifuoco nel fine settimana (soprattutto ad Halloween), con la chiusura delle scuole e di tante attività commerciali che, purtroppo, hanno già deciso di abbassare definitivamente la saracinesca. E il calcio? Confermato il no agli sport di contatto a livello amatoriale, si potrebbero chiudere anche le palestre. Quanto alla Salernitana, si aspettava entro martedì scorso una risposta in merito alla richiesta di aprire l'Arechi per un migliaio di spettatori in occasione della gara contro il Pisa. Dalla Regione silenzio assordante, sebbene fonti molto vicine a De Luca assicurino ancora adesso che non ci fosse bisogno nemmeno dell'autorizzazione dal momento che l'ordinanza locale e il DPCM nazionale parlano chiaro e non vietavano nulla. Del resto l'anello inferiore della tribuna ha ospitato un centinaio di persone, tutte su invito della proprietà rappresentata dal presidente Claudio Lotito. Cosa accadrà contro l'Ascoli? La società ha annunciato il ritorno del pubblico e potrebbe avviare la prevendita domani mattina, con ingresso gratuito e diritto di prelazione per i 2700 abbonati della passata stagione. Dovrebbe essere aperto un solo settore, si ricorda che tra i mille spettatori sono compresi i giornalisti (circa 70), gli steward e gli addetti alla sicurezza. In pratica 700 tifosi, non di più. La curva Sud ha già espresso da tempo e con chiarezza il proprio pensiero: diserzione ad oltranza, fino a quando le porte non saranno aperte per tutti e non sarà chiarito il discorso della multiproprietà. C'è, però, chi ha fame di calcio, di vita e di normalità e vorrebbe ritagliarsi un paio d'ore all'Arechi al fianco della squadra del cuore. Domani sapremo qualcosa in più.