Dopo la sconfitta contro il Monza, la Salernitana è chiamata a pensare subito al prossimo impegno di campionato contro il Pordenone. Quella con i friulani sarà la penultima trasferta in stagione, ovvero il diciottesimo match lontano dall’Arechi dei granata. Nelle precedenti 17 partite bisogna sottolineare come la Salernitana, mai come negli ultimi anni, abbia fatto davvero bene. Pensate, infatti, che per la prima volta nell’era Lotito-Mezaroma in B è stato battuto il record di punti  e successi in trasferta in un’unica stagione. L’undici di Castori ha ottenuto ben 24 punti e 6 affermazioni lontano dalle mura amiche, con fin ad ora tre vittorie nel girone d’andata e altrettante in quello di ritorno. Tra le più prestigiose ci sono di sicuro quelle al Bentegodi di Verona, contro il Chievo per 1-2, e al Penzo di  Venezia sempre con lo stesso risultato. Per quanto riguarda i pari e le sconfitte in trasferta, sono stati rispettivamente 6 i pari e 5 i ko. Osservando i risultati negativi, si può notare come ci siano stati solo su campi ostici di squadre di vertice come: Spal, Brescia, Monza, Empoli e Lecce. Mentre una statistica che può far ben sperare per il prossimo match, è quella che vede la Salernitana imbattuta lontana dall’Arechi con squadre in lotta per la salvezza. I granata, infatti, hanno raccolto ben 15 punti con compagini della parte medio/bassa della classifica. Inoltre tra le squadre del campionato 2020/21, considerando solo il rendimento fuori casa, la Salernitana è quarta con i suoi 24 punti in 17 match.

Dall’altra parte Martedì i granata si troveranno di fronte un avversario, il Pordenone, che in casa fa quasi sempre bene. I numeri raccontano, infatti, di 4 vittorie, solo 3 sconfitte e ben 10 pareggi. L’ultimo successo risale al 17 Aprile contro il Frosinone, aggiungendosi a quello con l’Entella e ai due del girone d’andata con Venezia e Reggiana. Però ciò che colpisce di più del rendimento casalingo del Pordenone, sono i numeri di pareggi ottenuti con squadre di vertice. I friulani, infatti, hanno fermato tra le mura amiche la Spal, il Chievo, il Monza, l’Empoli, il Lecce, la Reggina e il Pisa. Dunque, nonostante il favore del pronostico sia tutto dalla parte della Salernitana, bisognerà prestare ben attenzione alle capacità del Pordenone in casa di saper fermare le grandi.

Sezione: News / Data: Lun 03 maggio 2021 alle 17:00
Autore: Simone Caravano / Twitter: @CaravanoSimone
Vedi letture
Print