L’attesa per il big match tra Empoli e Salernitana si sta lentamente consumando e l’adrenalina è ormai salita alle stelle. Per avvicinarci nel migliore dei modi a questa grande sfida abbiamo chiesto un parere a Raffaele Pappadà, telecronista di DAZN, col quale abbiamo parlato del match del Castellani e non solo.

Salernitana ad un passo dalla vetta alla fine del girone di andata: te lo aspettavi? In un’ipotetica griglia di partenza, a che posto l’avresti messa?

“Sarò sincero, non me l’aspettavo. In un’eventuale griglia di partenza l’avrei posizionata tra il settimo e l’ottavo posto”.

La salernitana rinuncia allo “spettacolo”, ma è organizzata tatticamente e sa far male in ripartenza: con questa impostazione tattica si può puntare alla Serie A?

“Negli ultimi anni questa squadra ha avuto sia giocatori che allenatori interessanti, lo stesso Fabrizio Castori lo conosciamo molto bene ed è uno che con questa impostazione tattica ha saputo collezionare risultati importanti. Vista la sua presenza in panchina e vista posizione in classifica della Salernitana, si può tranquillamente pensare di raggiungere – almeno – un posto playoff importante”.

Contro l’Empoli, la sfida che tutta la Serie B aspetta: si decide una buona fetta di stagione domenica?

“Per me è ancora presto, ma è chiaro che dopo le ultime due sconfitte di fila la Salernitana è chiamata a dimostrare qualcosa a se stessa e al campionato. Sono due squadre molto differenti, i granata dispongono però di diverse “carte” da potersi giocare per mettere seriamente in difficoltà questo Empoli”.

Ora il mercato: è già arrivato Coulibaly, cos’altro serve? Tu dove andresti ad intervenire?

“Intanto l’acquisto di Coulibaly è un’ottima mossa, si tratta di un giocatore che Castori conosce molto bene avendolo già allenato, è giovane ma conosce la categoria. Devo dire che questa mi sembra una squadra molto equilibrata i tutti i reparti, che disponde di diverse soluzioni. In avanti Tutino e Djuric sono difficilmente migliorabili, ma farebbe comodo una rotazione in più in quel reparto. Infine, prenderei anche un difensore. Vista la situazione in cui si trova la Salernitana e considerando ciò a cui può ambire, punterei su giocatori di sicuro affidamento. Scommettere a questo punto della stagione non so quanto possa convenire”.

Sorpresa e delusione per te di questa serie B.

“Tolta la Salernitana, per me la sorpresa resta il Venezia. Anche se nelle ultime giornate ha rallentato, resta la rivoluzione per quello che ha dimostrato dal punto di vista del gioco. Se nella mia griglia ipotetica avessi collocato la Salernitana tra il settimo e l’ottavo posto, probabilmente al Venezia sarebbe toccato il nono o magari il decimo. Trovare la delusione è una bella lotta, ci sono tante squadre che stanno rendendo al di sotto delle aspettative, ma se devo guardare le rose a disposizione, dico il Pescara. Ha tre punti in più rispetto all’Ascoli, ma una rosa nettamente superiore”.

Sezione: Esclusive TS / Data: Mer 13 gennaio 2021 alle 20:30
Autore: Ferdinando Gagliotti / Twitter: @Ferdinandogagl3
Vedi letture
Print