IIl commento del presidente del CCSC Riccardo Santoro ha rappresentato e rappresenta argomento di discussione. In tanti hanno dato ragione al presidente sostenendo che l'attuale posizione di classifica non debba far fare a nessuno un passo indietro rispetto alla scelta di contestare la multiproprietà a la "triade romana" con cui, in passato, i rapporti erano stati comunque buoni come testimoniato dalla collaborazione in varie iniziative. Qualcuno, invece, con educazione e senza alzare i toni ha fatto notare a Santoro che potesse essere inopportuno emettere quel tipo di comunicato in queste ore così calde per la Salernitana, tirata in mezzo a discorsi giuridici come al solito penalizzanti. "Ma come, gli stanno togliendo la vittoria e dicono che disertano anche se sono primi?" si leggeva ad esempio su un sito dedicato ai tifosi del Cosenza.

Interessante la presa di posizione di Marco Mancini della Nuova Guardia che, con grande senso di responsabilità, ha invitato tutti (giornalisti e addetti ai lavori compresi) a non fare più questa distinzione tra veri e falsi tifosi e a remare tutti nella medesima direzione a prescindere dalla scelta di seguire o meno dal vivo le gesta del cavalluccio marino. Ecco quanto si legge su internet: "Abbiamo seguito la maglia in tutti gli stadi, in tutte le categorie e in tutti i momenti, nessuno più di noi può essere felice nel vedere la Salernitana al primo posto anche se, senza tifosi, non è un calcio che ci appartiene. Allo stesso modo è inutile ripetere che amare la maglia e gioire delle vittorie non significa cambiare idea: siamo contro Lotito e contro la multiproprietà, ci siamo già espressi e continueremo a farlo. Faccio solo un appello a tutti i salernitani: basta con questa inutile guerra a chi è più tifoso o  a chi è più antisocietario. Chi lo aveva detto...chi ancora lo doveva dire...tutto inutile! La Salernitana non è dei presidenti, ma è di tutti quanti noi. Non solo di chi lo contesta, ma anche di chi ha deciso di sostenere. Siamo salernitani, con il sangue granata".

Sezione: Tifo granata / Data: Mer 02 dicembre 2020 alle 16:00
Autore: Gaetano Ferraiuolo
Vedi letture
Print