Alessandro Micai rischia di restare a Salerno almeno fino al termine di questa stagione. Come abbiamo rimarcato in diverse occasioni, le uniche società che avevano effettuato un sondaggio sono corse ai ripari, frenate anche dall'ingaggio oneroso di un calciatore reduce da un campionato negativo e che non scende in campo da quella maledetta sera del 24 luglio contro l'Empoli. Pisa e Reggina, infatti, si sono affidate a Gori e Carnesecchi anche per motivi di età, mentre il Vicenza e il Cittadella non hanno dato seguito alla chiacchierata informale di inizio gennaio e potrebbero non alterare le gerarchie tra i pali. E così Micai, che era in tribuna - come sempre - sabato pomeriggio, dovrà accontentarsi del ruolo di separato in casa che gli era stato ampiamente prospettato da mister Castori al netto delle smentite dell'agente. Certamente è legittimo che il giocatore tuteli i suoi interessi ed un contratto ancora lungo e ricco, ma è ancora molto giovane, in B in passato ha fatto anche cose buone e restare fuori squadra per un anno non lo aiuterebbe nemmeno in futuro. Si era parlato di Bari, ma fino a giugno Frattali non si muove. E così, con l'infortunio di Strakosha e la necessità di reperire sul mercato un secondo portiere, chissà che la Lazio non possa farci un pensierino. Pista fredda, al momento, meramente fantacalcistica in passato e leggermente più concreta ora. Ma la sensazione è che Micai non si muoverà da Salerno fino al prossimo mercato estivo. La chiusura peggiore di un'avventura iniziata con grande soddisfazione reciproca e che invece ha visto scorrere i titoli di coda dopo gli errori decisivi commessi contro l'Empoli.

Sezione: Mercato / Data: Lun 25 gennaio 2021 alle 18:00
Autore: Gaetano Ferraiuolo
Vedi letture
Print