Si parla tantissimo del mancato arrivo a Salerno di Antonino La Gumina. Spunta, però, un altro nome che non è mai circolato su altri organi di informazione: la Salernitana, a poche ore dalla chiusura del calciomercato e incassato anche il no del Lecce per Pettinari, aveva sondato la disponibilità anche di Federico Bonazzoli, tuttavia già in parola con il Torino. Sarebbe stato indubbiamente un buon acquisto, conferma del fatto che un tentativo per elementi di spessore c'è stato ma è molto complicato muoversi a gennaio sul mercato delle punte. Basti pensare che il Lecce, un po' come ha fatto la Salernitana, ha chiuso per un under straniero, il Frosinone ha preso Iemmello (reduce da una serie di retrocessioni), il Chievo Di Gaudio (ultima partita a inizio agosto), la Spal due giovani come Seck e Tumminiello in prestito, il Brescia ha addirittura perso Torregrossa e il Pordenone si è privato di Diaw dandolo al Monza, laddove però Balotelli ha collezionato 60 minuti in tre mesi. I fatti sono questi, è chiaro che il malcontento della piazza porta ad essere poco equilibrati quando si tratta di dare giudizi e il tifoso ragiona esclusivamente col cuore e vorrebbe il meglio del consentito per la sua Salernitana. Ma c'è poco da fare se chiedi nomi importanti e le società non te li danno per motivi anzitutto legati alla classifica...

Sezione: Mercato / Data: Mer 03 febbraio 2021 alle 22:00
Autore: Gaetano Ferraiuolo
Vedi letture
Print