Sofiane Kiyine è il quarto innesto del mercato di gennaio. Secondo indiscrezioni raccolte dalla nostra redazione, nel pomeriggio c’è stato un confronto tra il calciatore, il direttore sportivo Angelo Fabiani e il tecnico Fabrizio Castori che, prima della firma, ha voluto ampie garanzie di impegno, attaccamento alla maglia e spirito di sacrificio in un sistema di gioco che non può prescindere dallo spirito battagliero che troppe volte è mancato a questo giocatore per il definitivo salto di qualità. A questo punto, ad una settimana dalla chiusura dei battenti, la società ha accontentato l’allenatore su Coulibaly, innalzato il tasso tecnico e colmato la lacuna a sinistra con un investimento in prospettiva e un giocatore con trascorsi internazionali e che potrebbe fare la differenza se in forma fisicamente. L’ufficialità ci sarà domani in tarda mattinata, previsto anche il primo allenamento con la squadra e, presumibilmente, sarà convocato anche per la trasferta di Reggio Calabria. Viene considerato mezzala di qualità nel 3-5-2, ma anche alternativa a sinistra e a destra specialmente in caso di 4-4-2. Arriva in prestito e potrebbe essere tutto della Salernitana per i prossimi tre anni in caso di promozione. Da domani a giovedì si lavorerà sulle cessioni: Antonucci dovrebbe tornare a Roma, Karo ha già salutato la compagnia al pari di Baraye, restano da piazzare Micai e uno tra Veseli e Lopez che, salvo sorprese, non rinnoverà. Si valuta la posizione di Dziczek, pronto a tornare alla base se arrivasse un altro centrocampista. In queste ore si parla di un sondaggio con l'Ascoli per Cavion, ma il prezzo del cartellino è alto e la dirigenza potrebbe depennare il suo nome. In cambio i bianconeri avevano chiesto Kiyine, ma Lotito in B lo avrebbe dato solo ai granata. Ad ogni modo inutile alimentare illusioni per l'attacco: tutto resta così se parte Giannetti, forse un under per aumentare il numero  di scelte. Di Carmine è orientato ad accettare la proposta della Spal, Pettinari costa troppo (quadriennale da 500mila euro netti), Moncini non fornisce garanzie fisiche, Di Gaudio da tempo non interessa. Ma tutto può ancora accadere. Con due slot liberi, la dirigenza e la società non escludono di prendere ancora qualcuno, a patto che innalzi per davvero il tasso tecnico. Presumibilmente a centrocampo. Senza dimenticare la trattativa con Buongiorno.

Sezione: Mercato / Data: Lun 25 gennaio 2021 alle 23:00
Autore: Gaetano Ferraiuolo
Vedi letture
Print