Antivigilia in casa Salernitana. La capolista della Serie B, si appresta alla trasferta di Cosenza contro i calabresi domenica sera alle ore 21.00.  I calabresi sono reduci dalla vittoria esterna di Frosinone per 0-2: tre punti inaspettati che sanno di possibile rilancio di ambizioni. A firmare le reti della vittoria esterna in terra laziale, Mirko Carretta. L’attaccante dei lupi in questo momento risulta il terminale offensivo più pericoloso e al quale i proprio compagni faranno affidamento anche domenica sera per provare a fermare la corsa della capolista granata. L’attaccante pugliese è ad un passo dall’eguagliare il record della scorsa stagione con i lupi, dove segnò quattro reti e fornì sei assist ai compagni partecipando all’impresa titanica del Cosenza che riuscì a salvarsi in extremis all’ultima giornata. Io classe 90, è arrivato in Serie B soltanto a 27 anni, con la Ternana che ha creduto in lui e lo ha scovato nell’inferno della Serie C dove si era fatto notare con la maglia del Matera. In Basilicata nella stagione 2016/2017 segnò 7 goal andando ad impreziosire le sue prestazioni  con 7 assist. La Ternana gli fa assaggiare la Serie B e lui ripaga mettendo a segno altre 7 reti e fornendo altrettanti assist ai compagni ed andando ad un eguagliare la sua migliore stagione in carriera. Poi il passaggio alla Cremonese, tante presenze ma soltanto una rete in Lombardia. La chiamata del Cosenza nella scorsa stagione lo riporta all’altezza di quegli standard visti in Umbria e Basilicata. L’arrivo di Occhiuzzi sulla panchina dei lupi nel post lockdown si rivela per lui linfa vitale, il giovane tecnico lo ha saputo rivitalizzare offrendogli questo ruolo di esterno alto a destra nel 4-3-3 e libertà di movimento a lui congeniale che gli hanno permesso di ritrovare goal e fiducia.

Sezione: News / Data: Ven 27 novembre 2020 alle 21:30
Autore: Francesco Marra Cutrupi / Twitter: @Fmarracutrupi_
Vedi letture
Print