"Cuore di Capitan Di Tacchio e 3 punti per Patriyk!! Minuto 85 stadio Picchio - Del Duca di Ascoli, incollati davanti alla Tv con respiro sospeso e sudore freddo: l’immagine di Capitan Di Tacchio che aiuta Dziczeck , unitamente all’ascolano Parigini, ad effettuare il primo respiro, ci rallegra il cuore. Eh sì, perché il “Ciccio” nostrano ha forse salvato la vita al compagno di squadra con il suo pronto intervento, ed e’ anche il simbolo della Salernitana di quest’anno, gruppo unito coeso fatto di uomini veri prima che di bravi calciatori. Siamo sicuri che il buon Patryk si riprenderà presto e tornerà ad allenarsi con i suoi amici di spogliatoio, magari per il rush finale di questo splendido campionato granata Perché di tale si tratta: una vera impresa sportiva che gli uomini di Castori, pronosticati in caduta libera e con il freno tirato dopo le ultime prestazioni dai soloni di turno e dalle “nullità”social, stanno realizzando fino ad oggi. I ragazzi, che stanno onorando la maglia granata (che è quella della Salernitana, la squadra di Salerno...meglio precisarlo perché qualcuno sostiene, in maniera assurda, il contrario) e la sua appassionata tifoseria, con una meravigliosa prestazione hanno vinto strameritatanente contro i marchigiani, la cui rosa e’ uscita molto rinforzata dal mercato di gennaio ed e’ compagine notevolmente in palla nelle ultime gare. Sebbene i soliti qualcuno hanno azionato “con gli occhi tristi” la solita tattica denigratoria (quando si vince e’ perché gli altri sono più forti, quando si perde noi siamo più deboli) questi tre punti sono merito di tutti, ma in modo particolare del Mister di Tolentino, il quale ha dimostrato ai sopraffini esteti del calcio nostrano (evidentemente abituati a vedere in tv Il Nou Camp e San Siro) che la sua squadra e’ in grado di giocare anche palla a terra e non solo con i lanci lunghi Inoltre ancora bravo al tecnico granata per essere stato coerente nell’ aver rispetto la scelta iniziale nelle gerarchie dei portieri, ben ripagato da una buona prestazione di Adamonis.

Ricordo che molti coloro che hanno chiesto ad alta voce L’ Impiego di Micai tra i pali, sono stati proprio quelli che nei mesi scorsi lo hanno inondato di immondizia social. Ancora da segnalare un grandissimo Gennaro Tutino, con prestazione eccellente, ma tutti i calciatori impiegati hanno reso al Meglio delle loro possibilità. Non sappiamo come finirà questo campionato, speriamo nel migliore dei modi (buona posizione ai play off), ma vogliamo confermare con tanta gioia che la Salernitana ci sta rendendo felici in questo momento di oggettiva grande preoccupazione planetaria e ci farebbe piacere se tutti godessero pienamente e serenamente invece di inventarsi assurdità sul web (l’ultima , ovvero il falso infortunio di Belec forse le batte tutte ) La fotografia della realtà “Salernitana” Sui social e’ pressoché questa: se avessimo vissuto da settembre su Marte e fossimo tornati solo la settimana scorsa all’oscuro di ogni cosa , vedendo e sentendo parlare della nostra squadra del cuore avremmo capito che eravamo ultimi in classifica e ad un passo dal fallimento . Ed invece la Salernitana ha vinto ancora una volta per la felicità dei suoi veri tifosi e resta ancora lassu’ in alto .Chi spera di vederla in basso può solo capovolgere la classifica. Dalla curva sud del Paradiso, ne siamo sicuri, anche Mario Crispo, altro socio-fondatore del Ns.club scomparso nella giornata di sabato, unitamente ad Enzo Federico ed Amatino saranno contenti". Questa la nota del Salerno Club 2010, il pensiero dell'addetto stampa Andrea Criscuolo ovviamente condiviso con il presidente Salvatore Orilia e con tutti i suoi soci. L'ha pubblicata il quotidiano La Città.

Sezione: Tifo granata / Data: Mer 24 febbraio 2021 alle 22:02
Autore: Gaetano Ferraiuolo
vedi letture
Print