SERIE B - LA Top 11 della trentaquattresima giornata

Modulo 3-5-2
14.07.2020 17:30 di Davide Maddaluno   Vedi letture
© foto di Carlo Giacomazza/TuttoSalernitana.com
SERIE B - LA Top 11 della trentaquattresima giornata

Si avvicina il giorno delle verità oltre a quelle già consumate per Benevento e Livorno. Il Crotone difende con le unghie e con i denti la seconda piazza dall'assalto dello Spezia mentre la lotteria in chiave play-off cambia ancora una volta scenario. Ci rientra di prepotenza la Salernitana con una performance scintillante al cospetto di un remissivo Cittadella mentre perdono colpi importanti Empoli e Chievo. Malissimo il Perugia, la Juve Stabia strappa un punto d'oro al Frosinone ma la ripresa del Trapani fa paura. Andiamo, dunque, a scorprire la Top 11 del Monday Night schierata con un 3-5-2:

MICAI (Salernitana): Non può molto sull’incornata vincente di Gargiulo. Per il resto si dimostra attento quando chiamato in causa. Nel finale neutralizza alla grande il rigore di Diaw.

GRAVILLON (Ascoli): Insuperabile. Non viene mai saltato. Partita perfetta.

PAGLIARULO (Trapani): Il capitano mette un sigillo pesante a referto, visto il gol che sblocca la partita. Anche lui, come Luperini, si era scontrato con la traversa, ma è stato lucido nel tap-in. Ottimo pure dietro.

MOGOS (Cremonese): Non solo il gol, dà tutto con grande generosità. Entra e cambia il match.

MAGGIORE (Spezia): Lampi di classe, come l'assist per Mastinu ed un tentativo al volo che viene bloccato da Plizzari. Reclama anche un rigore dopo un dribbling da mal di testa su tre avversari, ma l'intervento di Seck è regolare.

AKPA AKPRO (Salernitana): Assoluto dominatore in mezzo al campo, dimostra di essere di categoria superiore. Tanto dinamismo e giocate di qualità.

ERAMO (Ascoli): Finché ha benzina è imprendibile. Il suo gol è stupendo e anche decisivo.

MOLINA (Crotone):  Dai suoi piedi nascono le occasioni più pericolose del Crotone, con il gol di Simy realizzato proprio grazie ad un suo assist. Anche in copertura è impeccabile.

LOMBARDI (Salernitana): Trova la prima doppietta tra i professionisti indirizzando la gara. Prima una rovesciata spettacolare, poi la prontezza a ribadire in rete il rigore sbagliato.

BAEZ (Cosenza): Il suo movimento sulla trequarti fa impazzire gli avversari. Batte l'angolo da cui nasce l'1-0 di Bruccini e con un'accelerazione improvvisa sigla il 2-0.

VIDO (Pisa): Decide la partita con un guizzo da opportunista e ne sfiora un altro con un missile terra aria. Encomiabile il suo lavoro in fase difensiva.