SERIE B - La Top 11 della trentatreesima giornata

Modulo 3-4-3
11.07.2020 17:30 di Davide Maddaluno   Vedi letture
© foto di Andrea Rosito
SERIE B - La Top 11 della trentatreesima giornata

Va in archivio la giornata numero 33 della Serie B. Dopo le tensioni nell'anticipo tra Juve Stabia e Virtus Entella, arriva la sonora affermazione del Crotone che ipoteca la seconda piazza alle spalle del Benevento. Lo Spezia non molla mentre prende nuovamente quota l'Empoli. Tonfo esterno della Salernitana mentre il Livorno è aritmeticamente retrocesso. Andiamo, dunque, a scoprire la Top 11 di giornata:

CARNESECCHI (Trapani): Il portiere scuola Atalanta si conferma uno dei talenti più splendenti del campionato cadetto. Neutralizza il rigore di Giaccherini, che poi però segna sulla ribattuta, e tiene a galla i suoi nella ripresa con almeno tre interventi determinanti.

LETIZIA (Benevento): La catena di sinistra è quella prediletta dalla squadra di Inzaghie lui accompagna l'azione puntualmente combinando molto bene con Improta. Serve un cross perfetto a Sau in occasione del pareggio sannita.

ROMAGNOLI (Empoli): La sua serata comincia con un gravissimo errore al 13' a favorire uno scambio tra Dionisi e Rohden in zona pericolosa. Col passare dei minuti, sale di livello fino a diventare l'uomo decisivo della sua squadra con numerose chiusure salva-risultato.

MARINO (Venezia): Schierato a sorpresa da Dionisi, offre una prestazione positiva senza sbavature difensive e con qualche sortita offensiva.

CICIRETTI (Empoli): Non si fa sempre trovare al centro della manovra offensiva, ma è letale nella realizzazione di due gol che potrebbero regalare soddisfazioni all'Empoli nell'immediato futuro.

MESSIAS (Crotone): Che gara del calciatore brasiliano! Due gol, una traversa (il sesto legno nella stagione), tante giocate di qualità.

VALZANIA (Cremonese): Un gol che sa di riscatto immediato e di liberazione: rimedia all'errore grossolano di qualche minuto prima con uno splendido diagonale che non lascia scampo a Plizzari. Tre punti che potrebbero risultare decisivi nella volata salvezza della Cremonese

GALANO (Pescara): Torna al gol, e che gol. L'ex Foggia è il primo grande protagonista di questa sfida. Dopo dodici minuti si inventa un mancino da urlo che si insacca all'incrocio, quasi tutti i pericoli partono dalle sue parti.

MASTINU (Spezia): Assist per i compagni, una doppietta e tante ottime cose, sia da attaccante che poi da centrocampista.

SIMY (Crotone): Rete da urlo per il centravanti portoghese. Continua il suo processo di maturazione tecnica. Con Stroppa è cresciuto moltissimo, i risultati sono evidenti. 

BONAIUTO (Perugia): Al secondo gol del Pescara, Cosmi manda in campo lui che stravolge l'incontro. Si piazza alle spalle delle due punte, non da punti di riferimento e sigla anche la rete del pareggio. Meglio di così.