Ciccio Galeoto fu uno dei protagonisti della promozione della Salernitana in A, ventitre anni fa. E ora ai taccuini di Tuttomercatoweb.com dice: "Ho sofferto con loro, me lo sentivo che questa serie A sarebbe arrivata. La squadra era ben organizzata, mi ricorda la nostra anche se quel campionato era diverso. Sono contento per Salerno e speriamo che ci sia il pubblico prossimo anno".

Che cosa l'ha colpita della squadra?
"Mi ha colpito che pur senza pubblico ha ottenuto questo risultato, il pubblico è il dodicesimo uomo, è una spinta che lo avrebbe portato vincere il campionato nel girone d'andata. Non ci si immagina, è impressionante. In campo con il tifo assordante non riesci a chiamare un tuo compagno. Sono contento per Castori e per i tifosi".

Ci saranno grandi festeggiamenti, nei limiti del possibile...
"Noi facemmo festeggiamenti indimenticabili. Vincemmo il campionato molto prima della fine e per due mesi furono grandi feste tra ristoranti e piscine. Il sindaco dell'epoca era De Luca che ci fece consegnare delle Ferrari con cui girammo Salerno. Ricordo che crearono anche delle nostre sagome e facemmo una processione. Furono feste indimenticabili anche in tutti i quartieri. Bellissimo".

Sezione: News / Data: Mar 11 maggio 2021 alle 15:30 / Fonte: TuttomercatoWeb
Autore: Lorenzo Portanova
Vedi letture
Print