A poche settimane dalla conclusione dello scorso torneo con lo Spezia ad aggiudicarsi la lotteria dei play-off, la Serie B torna in campo nel bel mezzo del mercato e con l'incubo Covid più vivo che mai. Intanto si gioca e dopo un sabato soporifero in cui spicca il successo dell'Empoli e quello del Venezia nel derby col Vicenza, la domenica regala maggiori emozioni con il blitz del Cittadella e lo spettacolare pari tra Pisa e Reggiana. Andiamo, dunque, a scoprire la prima Top 11 dell'anno schierata con il 3-4-3:

BERISHA (Spal): Ancora in clima Serie A con una serie di parate decisive di cui una sul rigore di Gytkjaer.

SCOGNAMIGLIO (Pescara): insieme al compagno di reparto Drudi, prevale in diverse occasioni nel confronto con Djordjevic e con gli altri giocatori gialloblù che provano ad entrare in area di rigore.

IDDA (Cosenza): Padrone assoluto sui palloni alti, rende molto complicata la partita degli attaccanti avversari rivelandosi ostacolo insormontabile.

CHIOSA (Virtus Entella): Solito leader, detta i movimenti dell'intero reparto ed è quasi sempre in anticipo sugli avversari. Ha anche una buona occasione per provare a colpire ma non è il suo ruolo e gliela si perdona.

CASASOLA (Salernitana): Copre tutta la fascia senza sbavature. Bravo in fase di contenimento, propositivo in avanti. Trova il pareggio con un pizzico di fortuna, mandando la palla all’incrocio. Un motorino instancabile.

TAUGOURDEAU (Venezia): Innesto azzeccatissimo per mister Zanetti, quantità e qualità per il centrocampo arancioneroverde. Regia lucida fino al termine.

RADREZZA (Reggiana): Geometrie e piede raffinato, domina la scena a centrocampo. Lancio panoramico per Mazzocchi e assist dalla bandierina per Martinelli.

CHIRICO' (Ascoli): Fantasia e qualità sulla corsia di destra, impressiona anche dal punto di vista atletico. Mette sotto assedio la retroguardia bresciana, arma preziosa a disposizione di Bertotto.

MENEZ (Reggina): Cerca di strafare apparendo a volte indolente ma porta in vantaggio i suoi con un autentico gioiello che ricorda a tutti le sue qualità tecniche. Gli basta un nulla per accendere la scintilla.

MOREO (Empoli): Pronti, via e sblocca la partita. Poi si danna in una posizione che non è propriamente la sua. Finché ha gambe ha una marcia in più.

OGNUNSEYE (Cittadella): Si configura come l'ennesima scommessa vinta dai veneti. Manda più volte in tilt la difesa grigiorossa, segna e dimostra di essere tra le novità più interessanti di questo campionato.

Sezione: Serie B / Data: Mar 29 settembre 2020 alle 17:30
Autore: Davide Maddaluno
Vedi letture
Print