Si chiude una stressante sessione di calciomercato (resterà ovviamente aperta la finestra riservata agli svincolati) e l'attenzione principale potrà essere rivolta, finalmente, al campo. Covid permettendo. La Serie B manda in archivio anche la seconda giornata in cui spicca il pari ad occhiali nel big match tra Empoli e Monza. Inattesa ma meritata affermazione della Salernitana a Verona mentre a Reggio Calabria Menez trascina gli amaranto al tris sul Pescara. Colpaccio della Reggiana in Liguria, bene anche Lecce e Frosinone. Andiamo, dunque, a scoprire la Top 11 del week-end, schierata con il 3-4-3:

BRIGNOLI (Empoli): Mantiene la propria porta imbattuta sfoderando una serie di parate prodigiose. In stato di grazia.

CAPPELLETTI (Vicenza): Prima neutralizza con mestiere gli avanti del Pordenone (per info chiedere a Ciurria), poi si trasforma in centravanti realizzando una spettacolare rete in sforbiciata. 

ADORNI (Cittadella): Annulla lo spauracchio Donnarumma, comanda le operazioni in retroguardia con grande maestria. Superlativo.

LISI (Pisa): Moto perpetuo sulla fascia sinistra, senza sbavature. Una prestazione gagliarda.

LIOTTI (Reggina): In ballottaggio fino alla fine sfodera una grandissima prestazione. Doppietta da ricordare.

HENDERSON (Lecce): Cresce col passare dei minuti, diventando leader della mediana giallorossa. Seconda rete consecutiva dopo quella realizzata in Coppa.

D’URSO (Cittadella): Avanza progressivamente il suo raggio d’azione ritrovandosi sempre a ridosso dell’area di rigore avversaria. La sblocca con un missile che si insacca all’incrocio dei pali.

KIRWAN (Reggiana): Uomo ovunque: è attaccante, difensore, centrocampista, trequartista. Fa quello che vuole e nessuno lo ferma. La pennellata sul gol, poi, è da grande giocatore.

MENEZ (Reggina): Sembra quello dei tempi migliori, lampi di classe a ripetizione. Un top player per la B.

VIDO (Pisa):  Apre le marcature con un gol strepitoso, frutto anche di una giocata intelligente in collaborazione con Marin. Dopo la fiammata iniziale si perde un po', ma a tratti torna a rendersi pericoloso.

TUTINO (Salernitana): Gli bastano pochi giorni per intendersi con Djuric. In Coppa Italia offre l'antipasto, in casa del Chievo il piatto completo avviando con un mix di tecnica e scaltrezza la remuntada granata.

Sezione: Serie B / Data: Mar 06 ottobre 2020 alle 17:30
Autore: Davide Maddaluno / Twitter: @DavideMaddalun1
Vedi letture
Print