Il 2020 della Serie B va in archivio nel segno del Monza ma soprattutto di Mario Balotelli. L'ex enfant prodige nerazzurro ruba la scena e si prende tutte le prime pagine ma è magistrale l'intera prova del collettivo guidato da Brocchi che asfalta la Salernitana e si propone come mina vagante in vista del nuovo anno. I granata mantengono una posizione elitaria di classifica, complice anche il pari dell'Empoli con l'Ascoli e le difficoltà di Spal e Lecce. Intravede luci di rinascita il Brescia, strappano applausi Pordenone nei piani alti e Virtus Entella in quelli bassi. Il triplice fischio viene dato dall'insperato pari raggiunto dal Chievo nel derby serale con il Venezia. Andiamo, dunque, a scoprire l'ultimo undici ideale dell'anno.

RUSSO (Virtus Entella): Spericolato ma efficace nelle uscite, insuperabile tra i pali. Miracoloso nel finale su Longo.

GIGLIOTTI (Chievo Verona): Era stato il più lucido del pacchetto arretrato, un paio di chiusure nell’area piccola hanno evitato pericoli per la porta di Semper. Nel finale si traveste da attaccante e pesca il pareggio con una sorta di sforbiciata esteticamente bella e tremendamente efficace.

BROSCO (Ascoli): Grande prova a protezione dell’area di rigore, con tanti duelli vinti contro gli attaccanti empolesi.

LOIACONO (Reggina): Il capitano amaranto ha ben poco lavoro da svolgere in un match abbastanza tranquillo per la retroguardia di casa almeno per settanta minuti, anche lui comincia a giovare della cura Baroni e nel finale non sbaglia praticamente nulla sugli assalti avversari con diverse chiusure decisive.

BARBERIS (Monza): E pensare che in questa squadra non è un titolare inamovibile. Prova strepitosa, tutti i palloni più pericolosi passano dalle sue parti. 

JAGIELLO (Brescia): Corre e non si risparmia mai. Sfiora la rete del pareggio con un ottimo terzo tempo all’interno dell’area di rigore ma la gioia è rimandata solo di una ventina di minuti quando sfrutta al meglio un assist di Torregrossa.

BARILLA' (Monza): Secondo gol consecutivo, i suoi inserimenti dalle retrovie stanno diventando un fattore e uno schema evidentemente studiato in allenamento.

ZAMMARINI (Pordenone): Quantità in mediana. Bravo in più di una circostanza. Intelligente nel gol del raddoppio.

BOATENG (Monza): Che fosse di un’altra categoria non ci sono dubbi, merita un voto alto perché si è calato benissimo nella realtà della B . Di livello assoluto anche nelle giocate semplici.

BALOTELLI (Monza): Ci mette 4 minuti per presentarsi nel migliore dei modi ai suoi nuovi tifosi, certamente una delle reti più facili della carriera. Sprazzi del primo Super Mario. Tornerà una volta e per tutte?

CODA (Lecce): Implacabile quando ha il pallone tra i piedi e uno spiraglio libero, piazza una doppietta potenzialmente micidiale per il Cittadella. E' già arrivato in doppia cifra.

Sezione: Serie B / Data: Gio 31 dicembre 2020 alle 17:30
Autore: Davide Maddaluno / Twitter: @DavideMaddalun1
Vedi letture
Print