Va in porto non senza fragorose polemiche la sesta giornata del campionato cadetto. Nell'occhio del ciclone finisce la mancata disputa dell'incontro tra Salernitana e Reggiana mentre sugli altri campi due contestati rigori resuscitano il Monza. Molto bene il Venezia nella "duplice" partita con l'Empoli, nel posticipo è super Lecce. Andiamo a scoprire l'undici ideale del week-end schierato con il 4-3-3:

BERISHA (Spal): Tre punti che sono soprattutto suoi, ancora un rigore parato per il portierone albanese. Dopo quello della prima giornata contro il Monza, l'ex Lazio ipnotizza anche Denis.

CRESCENZI (Cremonese): Strano che il migliore in campo giochi nella squadra che ha perso. Quanto corre questo ragazzo! Inizia fortissimo, con una devastante azione personale che, per poco, non consente a Ceravolo di battere verso la porta vuota. Ha una marcia in più rispetto al diretto marcatore, cerca anche la rete del pareggio ma Bardi gli dice di no.

LEVERBE (Chievo Verona): Una delle migliori prove offerte dal difensore da quando è al Chievo. Oltre a trasformare con freddezza il rigore del vantaggio, non perde praticamente mai i duelli con gli attaccanti avversari.

MANGRAVITI (Brescia): In area di rigore ha il killer instinct di un attaccante: palla lasciata lì, girata e gol a sbloccare il punteggio. Bene anche in difesa, in un paio di interventi diventa decisivo.

BERRA (Pordenone): Il migliore in campo. Un palo, un assist ed è davvero un'arma fenomenale sulla fascia.

FIORDILLINO (Venezia): Primo gol in carriera in Serie B e in maglia arancioneroverde. Oltre alla gioia personale regala una prestazione di grande intensità in mezzo al campo, sempre pronto a correre in aiuto dei compagni.

RODHEN (Frosinone): Quando sembrava dovesse uscire per infortunio è proprio lui a indovinare il colpo di testa vincente. Parabola perfetta e imprendibile per Alfonso.

GUCHER (Pisa): Scarica un gran destro per il 3-3, poi concede il bis segnandone uno ancora più bello. Prima doppietta in carriera.

MANCOSU (Lecce): Leader ritrovato. La giocata di classe con la quale manda in porta Coda è da categoria superiore.

DE LUCA (Virtus Entella): Sta bene e si vede appena mette piede in campo. Prima un paio di brividi, poi il gol dell'1-1: quando entra in campo crea sempre pericoli

STEPINSKI (Lecce): Sblocca il risultato con un gran gol in girata. La chiude in contropiede dopo una bella fuga in velocità.

Sezione: Serie B / Data: Mar 03 novembre 2020 alle 17:30
Autore: Davide Maddaluno / Twitter: @DavideMaddalun1
Vedi letture
Print