Procede a ritmo spedito il campionato cadetto che si appresta a vivere il primo turno infrasettimanale del nuovo anno. Nell'ultimo week-end pari nel big match tra Monza ed Empoli, blitz di fondamentale importanza dell'Ascoli a Lecce. Di rilievo anche le vittorie esterne di Vicenza, Venezia e Reggina. Andiamo, dunque, a scoprire l'undici ideale con ex granata protagonisti:

FALCONE (Cosenza): Sempre pronto quando viene chiamato in causa, mette a referto una serie di grandissime parate in quella che a tutti gli effetti sembra essere stata la sua miglior prestazione stagionale. Non può far nulla, però, per evitare la rete del pareggio siglata da Mora.

LAKICEVIC (Reggina): Viaggia lungo la fascia destra recapitando a Denis l'assist dell'1-0.

NIKOLAOU (Empoli): Vince diversi duelli con gli attaccanti monzesi, impedendo loro di provare ad impensierire Brignoli e rimanendo concentrato fino al fischio finale.

BIANCHETTI (Cremonese): Guida il reparto con autorevolezza. Legge bene le situazioni di gioco sia nel gioco aereo che nello stretto.

CARLOS AUGUSTO (Monza): Un autentico motorino sulla fascia sinistra, che risulta di fatto un attaccante aggiunto. Numerosi i suoi cross invitanti per le punte.

LARIBI (Reggiana): Il protagonista assoluto del match. Nel primo tempo è tra i pochi che si salvano in maglia granata, per poi scatenarsi dopo l’intervallo con l’assist per Muratore e con la rete della vittoria.

GARGIULO (Cittadella): Come un fulmine a ciel sereno riacciuffa una partita che sembrava già archiviata con un bolide di rara bellezza. Vicinissimo alla doppietta qualche istante dopo, non la trova per questione di centimetri.

SABIRI (Ascoli): Canta e porta la croce, chissà se la Lazio di Lotito si sta pentendo di aver gettato al vento un contratto già firmato. E’ ovunque, ha qualità di categoria superiore. Tutte le azioni pericolose partono dai suoi piedi, solo Lucioni gli nega la gioia del gol.

MONTALTO (Reggina): Lotta contro l'intera retroguardia biancazzurra apponendo rapacemente la propria firma sulla rete del raddoppio.

AYE' (Brescia): Due gol facili facili ma di un'importanza capitale per il suo campionato e per quello del Brescia. Oltre alla doppietta, partita di grande sacrificio in fase di non possesso, arretra quasi sempre sulla linea di metà campo per aiutare i compagni.

DIONISI (Ascoli): Ha il vizio di esordire con una doppietta. Era già accaduto a Salerno, si è ripetuto oggi. Due gol, tantissime giocate d’autore e capacità di tenere a bada l’intera retroguardia giallorossa.

Sezione: Serie B / Data: Lun 08 febbraio 2021 alle 17:30
Autore: Davide Maddaluno / Twitter: @DavideMaddalun1
Vedi letture
Print