La Giovane Italia - Musso, "puntero" generoso che studia da futuro granata

Ogni venerdì La Giovane Italia ci racconta un profilo del settore giovanile della Salernitana. Scopriamo insieme i talenti granata del domani
22.05.2020 19:30 di Italia La giovane   Vedi letture
La Giovane Italia - Musso, "puntero" generoso che studia da futuro granata

Tra le valutazioni che vedranno impegnata la dirigenza granata nei prossimi mesi, una voce importante è rappresentata dal futuro dei giovani che si stanno facendo le ossa in prestito, lavorando sodo per meritarsi un ritorno alla Salernitana da protagonisti. Tra di loro c’è anche Antonino Musso, un ragazzo che l’aria dell’Arechi l’ha respirata solamente di passaggio la scorsa estate, ma che in vista della prossima stagione potrebbe candidarsi per avere la chance di mettersi in mostra anche in maglia granata.

Segnali verso il futuro - Nato a Partinico, non lontano da Palermo, l’attaccante classe ’99 si è messo in luce nel vivaio del Trapani, dopo un brillante inizio di carriera nelle formazioni giovanili dilettantistiche nei pressi del capoluogo siciliano. Tre anni intensi, prima di vivere la prima esperienza nel calcio dei grandi nella stagione 2018/19. Musso è infatti passato in prestito al Troina, per misurarsi col campionato di Serie D. Un primo impatto importante, con le otto reti stagionali che hanno attratto le attenzioni della Salernitana, diventata titolare del cartellino del ragazzo nel corso dell’ultima sessione estiva di calciomercato. Dopo aver svolto la preparazione a Salerno, ed essersi seduto in panchina nelle prime due giornate del campionato di Serie B, Musso è poi passato in prestito alla Paganese, per farsi le ossa nella sua prima stagione tra i professionisti. Con gli azzurrostellati ha totalizzato 16 presenze nel Girone C, e in attesa di capire se la stagione terza serie potrà riprendere il classe ’99 ha lanciato buoni segnali per ambire quantomeno ad un posto nella rosa granata in vista della prossima stagione.

Generoso - Nella sua esperienza tra i pro, Musso si sta confermando attaccante capace di far reparto da solo, mettendo in mostra anche un apprezzabile spirito di sacrificio che lo porta a spendersi anche in fase di non possesso. Il buon fisico, che abbina una statura appena superiore al metro e ottanta ad una struttura muscolare armonica e ben bilanciata, gli permette di proteggere il pallone per far salire la squadra, esaltandolo nel corpo a corpo col diretto avversario. Ragazzo schivo, di poche parole, Antonino fa parlare il suo atteggiamento che lo vede tra i più intensi in ogni allenamento, anche nella sua prima stagione giocata con la Paganese. La voglia di emergere e di migliorarsi gli hanno consentito di varcare la soglia del calcio professionistico, e potrebbero valergli anche una chance di mettersi in mostra con la Salernitana, a partire dal prossimo ritiro estivo.