Ancora una volta la Salernitana risorge negli attimi conclusivi del match. La vittoria in rimonta col Venezia ha un valore elevatissimo ed è arrivata nei minuti di recupero. Non la prima volta per la squadra di Castori in questo campionato. Anche il Trapani del tecnico marchigiano lo scorso anno vinse nella parte conclusiva di stagione due partite nei minuti di recupero, che potevano risultare decisive per la rincorsa alla salvezza: contro il Livorno, simile a oggi, con due reti in rimonta nel recupero, poi al 94° della sfida di Perugia. Quest'anno i granata non hanno mai subito dei gol decisivi nei finali di gara, segno che è la Salernitana a finire in crescendo i match dal punto di vista fisico e mentale. Gli unici due gol subiti in quel lasso di tempo sono il terzo del Monza e il secondo del Pordenone, a risultato però già deciso. La Salernitana invece ha vinto, ad inizio stagione, la gara con l'Ascoli grazie ad un gol di Anderson a 3 minuti dalla fine dell'incontro e poi col Cittadella (rete di Bogdan) quando mancavano 4 minuti al termine. Nel girone di ritorno c'è la grande rimonta di Pisa con la rete del 2-2 siglata da Casasola a tempo quasi scaduto fino alla doppietta di Gondo col Venezia. Cinque reti pesantissime nell'economia del campionato dei granata che hanno portato in dote 10 punti. Una Salernitana Bersagliera fino all'ultimo secondo.

Sezione: News / Data: Sab 17 aprile 2021 alle 19:00
Autore: Lorenzo Portanova
Vedi letture
Print