Va per una settimana in vacanza la Serie B dopo la disputa del primo turno del 2021. Una giornata contrassegnata da numerose polemiche e risultati cruciali in vetta e in coda. Il big match tra Lecce e Monza non si schioda dalla parità iniziale mentre la Salernitana cede rovinosamente in casa in nove uomini. Ne approfitta l'Empoli che supera all'inglese il Cosenza, non riesce una nuova impresa al Frosinone decimato dal Covid: la Spal rimonta e torna prepotentemente in corsa per la promozione diretta. La cura Sottil funziona benissimo ad Ascoli con i marchigiani lesti nel rimontare con carattere la Reggina. Si conferma in ascesa la Virtus Entella, il Vicenza fa scacco matto in casa del Brescia. Andiamo, dunque, a scoprire l'undici ideale di giornata:

PERILLI (Pisa): Pronti via, vola sulla punizione di Aramu, poi blinda la porta con altri cinque interventi. Strepitoso quello di piede su Forte. Si arrende solo a Svoboda.

SCOGNAMIGLIO (Pescara): Tiene bene a bada Zamparo che perde quasi tutti i duelli con il difensore del Pescara. Leader della retroguardia, è lui a richiamare i compagni e a telecomandarli da dietro. Regge l’urto quando la Reggiana attacca, decide la gara con un grande colpo di testa. Viene espulso poco dopo per un fallaccio evitabile.

SVOBODA (Venezia): Ritrova una maglia da titolare per l’assenza del capitano Modolo e non lo fa rimpiangere. Dominante nel gioco aereo, sfonda la resistenza nerazzurra.

CAPPELLETTI (Vicenza): Stacco di testa netto a superare la difesa bresciana. Solo l’azione del gol vale mezzo voto in più. In difesa concede qualcosa, ma nel complesso la prova è più che sufficiente.

KRAGL (Ascoli): Torna in campo e completa la remuntada bianconera con un destro terrificante dalla distanza.

DA RIVA (Vicenza): Mette in pratica il manuale del buon centrocampista: inserimento coi tempi corretti sul primo gol, accompagna l’azione e conclude a rete sul contropiede che chiude praticamente il match.

ESPOSITO (Spal): Salvatore di nome e di fatto. Segna un gol e mezzo, perché oltre alla punizione sublime che riapre i giochi è dal suo piede che scaturisce il tiro insidioso che manda fuori giri Iacobucci. Match winner.

LIOTTI (Reggina): Ad un certo punto era stato lasciato in panchina per cinque gare, si è ripreso il posto da titolare e continua ad essere il bomber degli amaranto anche nel nuovo assetto tattico di Baroni. Taglio in mezzo e quinto gol stagionale, record per il laterale calabrese in B.

MATOS (Empoli): Si procura il calcio di rigore che consente all'Empoli di sbloccare la contesa, ma non solo: con i suoi movimenti, anche senza palla, manda in difficoltà più di una volta la difesa calabrese.

GORI (Vicenza): Prima punta per modo di dire. Scalcia e lotta, ma quando serve il fioretto non si tira indietro. Gran finta sul primo gol, mette in difficoltà tutta la difesa bresciana.

CIURRIA (Pordenone): Fa il bello e il cattivo tempo, dimostrandosi il più pericoloso. Sfiora a più riprese il gol col suo mancino fatato e si sacrifica anche in copertura.

Sezione: Serie B / Data: Mar 05 gennaio 2021 alle 17:15
Autore: Davide Maddaluno / Twitter: @DavideMaddalun1
Vedi letture
Print