Si è chiusa con il successo del Vicenza nel derby veneto sul campo del Chievo la giornata numero 27 del campionato cadetto. In vetta rallenta l'Empoli, bloccato sul pari dal Cittadella, mentre il Monza fa il suo dovere superando all'inglese il Pordenone non senza polemiche arbitrali. A ridosso della vetta fondamentali affermazioni esterne di Salernitana, Lecce, Spal e anche Frosinone. Cade il Venezia per mano del redivivo Brescia. In coda si complicano a vicenda la vita Virtus Entella ed Ascoli. Andiamo, dunque, a scoprire l'undici ideale del week-end: 

JORONEN (Brescia): Determinante sul tiro di Johnsen, evita in apertura il vantaggio del Venezia. Poco dopo compie due interventi provvidenziali su Modolo e Bocalon. Para tutto il parabile. Il migliore dei suoi.

SZYMINSKI (Frosinone): Segna il gol che regala i tre punti alla sua squadra con una bella girata di testa. Annulla Gliozzi per l’intera partita.

PIROLA (Monza): In alcuni casi non bada al sottile. Pensa soltanto alle giocate efficaci e spesso gli riescono senza nessun tipo di difficoltà. Va sul sicuro, gioca come se fosse un habitué della categoria. Nel finale si inventa anche un paio di percussioni offensivi.

GYOMBER (Salernitana): Partita strepitosa di uno dei centrali più forti della categoria, cui media voto è davvero di categoria superiore. Un muro invalicabile.

FRATTESI (Monza): Sta bene e si vede dai primi palloni toccati. Al 26’ si inserisce coi tempi giusti e di testa supera Perisan. Si muove bene, non dà mai punti di riferimento. Prima di uscire sfiora la doppietta.

MAJER (Lecce): Trova un missile terra-aria clamoroso per la rete che vale il raddoppio del Lecce: servito involontariamente da Ardemagni, calcia di prima intenzione piegando i guantoni di Venturi. Sempre attento e propositivo, ottimo atteggiamento.

BJARNASON (Brescia): In apertura tra i più attivi, trasmette grande sicurezza ai compagni. Nel secondo tempo colpisce un palo e una traversa nel giro di due minuti. Ottima la partita dell’islandese, il migliore con Joronen.

BAJRAMI (Empoli): Mette in costante difficoltà la retroguardia avversaria, segnando la rete del vantaggio su perfetta imbucata di Mancuso.

LANZAFAME (Vicenza): Il suo primo tempo è da manuale del calcio, da solo tiene in apprensione tutta la difesa del Chievo. Segna, sfiora il raddoppio, crea lo spazio per la rete dello 0-2 e avvia un contropiede potenzialmente letale.

CODA (Lecce): Segna due gol fondamentali: il primo apre le marcature, il secondo taglia le gambe in modo definitivo alla Reggiana. Raggiunge Mancuso in vetta alla classifica dei bomber del torneo: attaccante straordinario, anche questa sera ha avuto modo di dimostrarlo.

DJURIC (Salernitana): Si ricompone la coppia gol dell’anno scorso e si sblocca dopo due mesi. Bellissimo il suo colpo di testa alle spalle di Carnesecchi.

Sezione: Serie B / Data: Mar 09 marzo 2021 alle 17:30
Autore: Davide Maddaluno / Twitter: @DavideMaddalun1
Vedi letture
Print