PISA - D'Angelo: "Salernitana, buonissima squadra. Dovremo stare attenti"

16.10.2020 16:40 di Orlando Aita Twitter:    Vedi letture
Fonte: Youtube - Pisa
PISA - D'Angelo: "Salernitana, buonissima squadra. Dovremo stare attenti"

Alla fine dell'allenamento di rifinitura mister D'Angelo ha presentato, nella consueta conferenza stampa, la partita di domani tra il suo Pisa e la Salernitana.

Ecco le dichiarazioni dell'allenatore dei nerazzurri: "Ci siamo allenati bene a mio avviso, tutti calciatori a disposizione l'hanno fatto con grande volontà. E dovremo essere pronti per la partita di domani pomeriggio a Salerno. Birindelli sicuramente ci sarà, per gli altri tre ragazzi, Loria, Varnier e Marin stiamo aspettando comunicazioni ufficiali da parte degli organi competenti. E' una soddisfazione avere tanti giocatori giovani impegnati con le rispettive nazionali. E' stata rinviato il match tra Monza e Vicenza: sicuramente entrambe le squadre saranno più fresche dei rispettivi avversari. La cosa da mettere in particolare risalto è la differenza tra il regolamento della Serie A e il nostro, nonostante il virus sia lo stesso. Abbiamo tante partite ravvicinate, ma non dobbiamo fare l'errore di pensarle tutte contemporaneamente. Domani affrontiamo la Salernitana, poi le altre. Abbiamo una rosa che ci permette di far giocare tutti, molto coesa. E soprattutto molto competitiva: chi giocherà lo farà al meglio delle proprie possibilità. Gli unici in dubbio sono gli atleti che sono stati con le nazionali. Abbiamo sfruttato la sosta per far salire di rendimento Palombi, ma lo stesso Mazzitelli e anche altri hanno giovato di questo stop. 4-3-1-2 o 3-5-2? Abbiamo un paio di moduli da sfruttare, ma i concetti sono differenti. La squadra ormai è abituata. La Salernitana ha costruito una rosa importante, ha un allenatore molto preparato ed esperto della categoria: noi dovremo disputare novanta minuti al massimo, sotto tutti i punti di vista. La B è un campionato difficile e c'è sempre equilibrio. Il fatto che si giochi a porte chiuse può aumentare la poca concentrazione soprattutto all'inizio, noi questo non l'abbiamo mai avvertito. E dobbiamo continuare su questa strada. Oltre al fattore motivazionale, che è un punto importante per lo sport: attenti tatticamente e tecnicamente".