SERIE B: le gare della 3^ giornata

14.09.2019 09:30 di TS Redazione   Vedi letture
Fonte: Tuttomercatoweb
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
SERIE B: le gare della 3^ giornata

La 3° giornata del campionato cadetto si è aperta ieri sera con l'anticipo tra Pordenone e Spezia. I ramarri si sono imposti per 1-0 grazie al gol di Barisan. Il programma poi prevede diverse partite interessanti. La capolista Salernitana del redivivo Gian Piero Ventura ospiterà il Benevento di Pippo Inzaghi nel monday night del 16 settembre. Uno scontro tra due squadre forti, con lo spettacolo a farla da padrone. Sfide dure anche per le altre capoliste. L'Entella di Boscaglia ospiterà il Frosinone di Alessandro Nesta in un duello tra due compagini che proveranno a lottare fino alla fine per raggiungere la Serie A. Il Perugia di Oddo invece, ancora a punteggio pieno, ospiterà la Juve Stabia. Favoriti i padroni di casa ma la Serie B è da sempre il campionato delle sorprese e nessuna partita è scontata. L'Ascoli di capitan Ardemagni ospiterà il Livorno di Bogdan, sconfitto oltre i propri demeriti nel match della seconda giornata contro il Perugia. Altra partita tra "grandi" è lo scontro dello Scida tra il Crotone e l'Empoli. Due squadre che hanno vissuto la Serie A poco tempo fa e che sognano di tornarci alla fine di questa stagione. Chi ha da poco lasciato la Serie A è il Chievo di Marcolini, che dopo un avvio a freno a mano tirato (1 punto in 2 partite ed eliminazione dalla Coppa Italia), proverà a trovare la prima vittoria stagionale sul campo del Venezia, reduce dalla vittoria di Trapani. Cittadella e Trapani invece si giocheranno i primi punti stagionali, visto che entrambe hanno raccolto due sconfitte nei primi due turni. La Cremonese di Rastelli, corazzata che ancora non ha mostrato grande continuità, andrà a fare visita al neo promosso Pisa. Una partita dagli alti contenuti tecnici. Cosenza-Pescara è l'ultimo dei match della cadetteria. Il Cosenza, a quota 1 punto, sfiderà il Pescara a quota 3. Abruzzesi favoriti ma non sarà felice per nessuno vincere al "Gigi Marulla".