Intervistato da Radio Sportiva, il direttore sportivo della Reggiana Doriano Tosi ha presentato così la sfida in programma domani sera contro la Salernitana:

Reggiana in netta ripresa, come testimoniano i due successi di fila. La marcia salvezza prosegue...

"Messa così sembra tutto in discesa, da dentro notiamo che alla diciottesima partita avevamo 15 punti e una salvezza distante due lunghezze, ora abbiamo mantenuto una media stratosferica superiore a quella dell'Empoli ma non abbiamo guadagnato nessun vantaggio rispetto alla concorrenza. Questo fa capire quanto sia complicata la serie B di quest'anno. Intervieni sul mercato, vinci partite in trasferta contro le big, fai vedere un buon calcio ma...hai un solo punto di vantaggio sulla quintultima".

Quanto conta il mercato di riparazione?

"Abbiamo aggiunto esperienza al nostro gruppo. Avevamo molti calciatori che non avevano mai fatto la B e gli infortuni ci hanno creato qualche problema. Numericamente era doveroso intervenire, per ora le cose vanno bene pur non potendo disporre dell'intera rosa a disposizione. Ricordo anche che tutti i calciatori hanno avuto il Covid in passato e lo paghiamo in modo bestiale sul piano muscolare. Capita a tutti, ci mancherebbe, ma noi abbiamo avuto 25 tesserati costretti a fermarsi per la positività al tampone. Certamente il mercato ha dato una mano, ma ricordo che c'era l'obbligo di non prendere calciatori vincolati da contratti pluriennali non avendo certezze sulla categoria in cui militeremo in futuro. Ci siamo limitati ai prestiti, grazie alle nostre conoscenze abbiamo convinto gente come Matteo Ardemagni che milita in cadetteria da un sacco di tempo. Purtroppo ha subito un infortunio, è stato operato alla mano e sarà assente per una decina di giorni in attesa di rientrare in campo con apposita protezione".

E ora la Salernitana, la mente ritorna allo 0-3 dell'andata...

"Nessuna voglia di rivincita. Abbiamo dato un input a tutto il nostro ambiente: basta dietrologia, tanto tutti sapete come sono andate le cose. Affrontiamo un avversario più forte in tutto, a partire dalla fisicità e dall'esperienza. Hanno 14 punti in più, se ci mettiamo a fare discussioni inutili ci facciamo del male da soli. Proveremo a strappare almeno un pareggio per alimentare la classifica, anche perchè poi avremo Venezia e Lecce. Tre gare proibitive, conta soltanto il campo e non quello che è successo".

Sezione: News / Data: Gio 25 febbraio 2021 alle 13:00
Autore: Gaetano Ferraiuolo
Vedi letture
Print