La vittoria della Salernitana sul Venezia è di vitale importanza per i granata in positivo e per i veneti in negativo. Tiene accese le speranze di secondo posto per la squadra di Castori ed estromette ormai definitivamente i lagunari nella corsa alla promozione diretta. Era una gara da vincere a tutti i costi, considerando anche il turno abbastanza favorevole a Lecce e Monza. Il pareggio non sarebbe bastato a nessuno ma ancor di più al Venezia che era più indietro dei granata. La squadra di Zanetti è partita meglio e ha trovato il gol, i granata poi le hanno provate tutte per cercare almeno di non perdere. Il gol del pari è arrivato in pieno recupero. A quel punto, per come si erano messe le cose e con la porta che sembrava stregata, qualche altra squadra si sarebbe potuta accontentare del pareggio visto che mancavano comunque pochi secondi. La partita era praticamente finita lì. Non per questa Salernitana, non per questi calciatori. Dopo il gol dell'1-1 è esplosa la gioia di tutti i salernitani con in testa i calciatori che però hanno pensato poco ad esultare. L'immagine di cosa sia questa squadra è nella corsa a rientrare subito a centrocampo per rimettere la palla in gioco alla svelta. I calciatori della Salernitana, in una domenica che sembrava stregata e con pochissimi secondi a disposizione, volevano la vittoria, non si sono accontentati. Questa è la squadra che i tifosi volevano, questa è la squadra che i tifosi meritavano.

Sezione: News / Data: Dom 18 aprile 2021 alle 16:00
Autore: Lorenzo Portanova
Vedi letture
Print