FABIANI: "Multiproprietà? Se ne parlerà, regola vergognosa"

06.06.2020 18:00 di Gaetano Ferraiuolo   Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
FABIANI: "Multiproprietà? Se ne parlerà, regola vergognosa"

Intervistato dalla webradio "Freedom" nel corso della trasmissione "Cento+1", il direttore sportivo della Salernitana Angelo Fabiani ha svelato un importante retroscena sul tema della multiproprietà: "Il calcio si avvia verso la riforma. Sono assolutamente contrario alla divisione della B in due gironi da 20: ci sarebbero ancora meno incassi per i diritti tv e sarebbe sminuito il percorso di quelle squadre che, per meritare la cadetteria, hanno dovuto vincere sul campo. A quanto mi risulta si discuterà del famoso tema della multiproprietà. Partiamo da una premessa: Lotito è il presidente della Lazio e, assieme a Marco Mezzaroma, è azionista della Salernitana. E' stato scelto un amministratore delegato e non c'è nessuna normativa che ci vieta di vincere il campionato e andare in serie A. Anzi, è uno degli obiettivi da quando sono tornato a Salerno. Stiamo parlando di un regolamento folle, vergognoso. Vogliamo lasciare il calcio in mano ad avventurieri o dare spazio a persone serie e con potenzialità economiche? Perchè una persona non può essere a capo di una società di calcio se il fratello, il cugino o il nipote ha un'altra squadra? Sono convinto che presto sarà rivisto tutto, è necessario dare una svolta a questo calcio che deve riacquisire credibilità". Aumentano esponenzialmente, dunque, le possibilità che Mezzaroma possa essere l'unico presidente granata qualora avvenisse il salto di categoria, sebbene lo stesso Mezzaroma abbia detto di non sentirsi pronto per andare avanti da solo. Che l'altro 50% venga venduto ad un imprenditore cui nome è tuttora top secret?