La Salernitana batte il Frosinone e si porta al terzo posto solitario grazie ad un bellissimo gol di Emmanuele Cicerelli che con una finta salta due avversari e mette la palla nell'angolo alto alla sinistra del portiere. È il secondo gol in campionato con la maglia dei granata per il talentuoso esterno. 

Il gol di Emmanuele però è la conclusione di una grande azione corale della squadra granata. Vengono messi in pratica tutti i principi e le idee di gioco di Fabrizio Castori. Non va dietro alle mode del momento il tecnico marchigiano, ma alcuni accorgimenti tattici sono cambiati, per forza di cose, rispetto a qualche anno fa, anche solo per adeguarsi agli avversari. 

Il Frosinone recupera palla e tenta la ripartenza ma c'è il pressing alto di capitan Di Tacchio che ruba come suo solito il pallone all'avversario con una grande giocata di forza e tecnica. Il capitano poi da' la palla indietro ai difensori, per far ripartire l'azione con calma. Il pallone arriva a Casasola che, secondo il credo calcistico di Castori, verticalizza immediatamente per Kiyine. Il centrocampista poi, grazie alla sua qualità, ripassa la palla a Di Tacchio, di prima con uno scambio breve e veloce. Altra verticalizzazione del capitano, stavolta sul centravanti (Tutino in questo caso) che spalle alla porta e sempre di prima appoggia la palla al polacco Kupisz, che si è accentrato. 

Ci sono 6 calciatori della Salernitana in un fazzoletto di campo, sul centrodestra. Di conseguenza, dalla parte opposta si è creato tanto spazio. Kupisz vede quindi Cicerelli smarcato e lo serve in area. Il resto lo fa Cicerelli, bravissimo nel saltare due avversari con una finta e mettere la palla all'incrocio. Un gol di pregevole fattura, non c'è solo difesa e palla lunga nel credo calcistico di Castori.

Sezione: News / Data: Gio 08 aprile 2021 alle 12:00
Autore: Lorenzo Portanova
Vedi letture
Print