SALERNITANA - La voce dei tifosi: "Squadra di gladiatori"

25.10.2020 09:00 di TS Redazione   Vedi letture
Fonte: salernotoday
SALERNITANA - La  voce dei tifosi: "Squadra di gladiatori"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Nicola Ianuale/TuttoSalernitana.com

La Salernitana piace perché non molla mai. Ha battuto l'Ascoli, ha afferrato un'altra vittoria, è grintosa e ha coraggio. Dopo il successo per 1-0 all'Arechi contro l'Ascoli, che precede di pochi giorni la sfida a Marassi contro la Sampdoria, ecco la reazione dei supporter.

La voce dei tifosi

Mario De Rogatis: "Abbiamo vinto contro una squadra ostica, in un campo impraticabile per la pioggia, con una grande giocata di Anderson, quando ormai, lo ammetto, non ci credevo più. Complimenti a Castori che ha indovinato i cambi ed ora incameriamo punti e godiamoci questo secondo posto, senza illuderci. La squadra ha una buona tenuta atletica e questo mi fa sperare in buon campionato. Quest'anno i cinque cambi, con la panchina competitiva, saranno un'arma in più”. Paolo Toscano: “Ottimo risultato su un campo a tratti davvero impraticabile. La squadra ed il mister ci hanno creduto fino in fondo e alla fine sono stati premiati. Davvero una bella prestazione! Direi che possiamo dirci soddisfatti”. Antonio Positano: “Buona partita e ottima condizione atletica. Abbiamo portato a casa altri tre punti ottimi per la classifica ed il morale. La squadra per il momento gioca come vuole Castori ed è ben messa in campo. Kupitz è un motorino e Gyomber sembra un buon centrale. Molto bene anche Schiavone. Una ultima nota la merita Belec che si sta dimostrando un buon acquisto”. Mimmo Rinaldi: “Gladiatori, altro che calciatori. A tratti sembrava di giocare in riva al mare. Oggi sono contento così come lo ero la settimana scorsa e come lo sarò quando la maglietta granata uscirà sudata e vincente dal campo. Il fuoco non è spento a Salerno cova sotto la cenere. In attesa di un futuro migliore”. Ciro Troise: “Quando il campo è in queste condizioni non si dovrebbe giocare, non puoi rischiare di subire una rete per una pozzanghera o per un liscio. Comunque per fortuna questa regola non esiste, avanti così. Qualcuno chieda al portiere dell'Ascoli come ha preso quella palla nell'azione scaturita dopo la traversa”.