Nel segno della continuità. Fabrizio Castori non sembra voler abbandonare il 3-5-2 con cui la Salernitana ha battuto il Cosenza a domicilio (al netto del risultato sub iudice). Nella marcia d’avvicinamento verso la sfida di sabato con il Cittadella, ieri la truppa granata è stata costretta causa maltempo ad allenarsi sul sintetico del Volpe, in una seduta pomeridiana incentrata proprio sul modulo provato a lungo in ritiro e rispolverato per l’exploit del San Vito-Marulla. Le preoccupazioni maggiori per il tecnico arrivano soprattutto dall’infermeria che non porta buone notizie, specie in difesa. Perché per Lopez e Veseli bisognerà ancora aspettare, entrambi costretti a mordere nuovamente il freno anche per la sfida dell’Arechi. L’unico sorriso arriva da Aya: l’italo-tunisino è rientrato in gruppo e spera di strappare una maglia da titolare. Davanti a Belec, l’ex Pisa insidia Bogdan per un posto nel terzetto difensivo, completato da Gyomber e Mantovani. Ballottaggio aperto così come a centrocampo, reparto in cui l’unico sicuro di una maglia è capitan Di Tacchio. Ai suoi lati, sul centrodestra Schiavone e Capezzi duellano per scalzare Dziczek dall’undici base. Stessa musica sul lato opposto, lì dove Andrè Anderson sarebbe ancora in vantaggio su Cicerelli. Nessun dubbio sulle fasce per Casasola e Kupisz. In attacco la coppia Djuric e Tutino, anche se quest'ultimo, ieri, a scopo precauzionale, non ha preso parte alla seduta di allenamento a causa di affaticamento muscolare. Nulla di grave per l'attaccante napoletano che questo pomeriggio si allenerà regolarmente con il gruppo. 

Sezione: News / Data: Gio 03 dicembre 2020 alle 11:30 / Fonte: La Città
Autore: TS Redazione
Vedi letture
Print