I numeri ci sono per continuare a disputare un campionato di vertice. E' chiaro che quando non riesci a vincere in casa (ma il secondo rigore non assegnato da Irrati a tempo scaduto fa davvero tanta rabbia...) le cose si possono complicare perchè una vittoria contro la Spal, diretta concorrente nel ventaglio play off, ti avrebbe aiutato moltissimo a metterla fuorigioco ma, si sa, il calcio è uno sport imponderabile, dalle mille sfaccettature che spesso non ti dà quanto meriti. Ma poi, alla fine, sul piatto della bilancia il tutto praticamente si pareggia. Tra le ingiustizie che si subiscono (o torti arbitrali fate voi) e magari la dea bendata che si <ricorda> di te. E allora....Allora ogni cosa dovrebbe tornare al proprio posto e questa Salernitana che non potrà essere bella dal punto di vista estetico porta a casa anche con i piccoli passi non subendo gli avversari quei punti pesanti che, crediamo, alla fine peseranno in maniera determinante sul campionato della squadra di Castori.

Certo i 43 punti attuali della squadra granata possono sembrare pochi o tanti da quale angolazione si vedono. Qualcuno dice che sono molti i dieci pareggi in ventisei giornate di campionato. Forse è vero ma non dimentichiamoci che le undici vittorie finora ottenute evidenziano una squadra in salute che deve fare i conti anche con gli avversari. Che sono sempre agguerriti, pronti a metterti in difficoltà. Dunque apprestiamoci a  vivere le ultime tredici partite della stagione regolare con la speranza che arrivi qualche vittoria in più. La squadra di Castori potrebbe sbloccarsi da un momento all'altro (vedi ultima vittoria convincente a Ascoli) dando il massimo come sta facendo in trasferta. E quella di sabato contro la Cremonese potrebbe essere anche la partita della svolta visto che un successo potrebbe farle fare un ulteriore salto di qualità ed anche migliorare il quarto posto attuale in classifica che, comunque, è sempre un bel vedere...o no?

Sezione: Editoriale / Data: Gio 04 marzo 2021 alle 22:34
Autore: Enzo Sica
Vedi letture
Print