La Cremonese cade allo Zini contro una Salernitana tutt’altro che irresistibile e si complica da sola la via per la salvezza. Al termine della gara il tecnico grigiorosso Fabio Pecchia ha risposto alle domande dei giornalisti: «Sono arrabbiatissimo e dispiaciuto, non è semplice giocare contro una squadra matura come loro e trovare gli spazi. Il gol ha complicato le cose, c’è stata una grande reazione per ottenere un risultato che sarebbe stato strameritato, almeno il pareggio. Corriamo pochi pericoli e subiamo gol nelle piccole occasioni, bisogna restare sempre in gara. Sconfitta dura da digerire». 

VELENO – Il mister è affranto e lo dice chiaramente: «Domani si riparte, questa gara deve dare indicazioni a tutto il gruppo. Sono avvelenato. Dovevamo adeguarci al loro gioco sulle seconde palle, per vincere contro squadre del genere devi giocare 100 minuti perché nei duelli sono più bravi di tutti. L’abbiamo fatto per lunghi tratti per poi scivolare su un episodio che ci ha fatto perdere». Il gol è arrivato ancora una volta a difesa praticamente schierata: «Oggi abbiamo commesso un errore più grave rispetto a quello di Vicenza, più di attenzione e posizione che di tattica, una grandissima disattenzione. Bisogna solo lavorare». 

SOLUZIONI – Nel finale l’ingresso di Colombo ha ridato speranza alla Cremo. Sarà possibile rivedere in futuro una coppia d’attacco dal primo minuto? «Dipende dalle gara, Lorenzo ha fatto una grande cosa soprattutto partendo dall’esterno perché riesce ad aggredire la porta. Sul finale abbiamo sbagliato delle scelte, forse anche per poca lucidità, ma la squadra è stata viva e ha creato le occasioni per pareggiare. Bisogna pretendere di più perché c’è la possibilità di farlo».

EPISODIO – Un episodio che avrebbe potuto svoltare la gara è stato l’aggancio di un giocatore granata a Bàez in piena area di rigore, che Pecchia preferisce non commentare: «Non lo so, l’arbitro ha mostrato una condizione brillante, ma non ho nulla da eccepire. Dal campo mi hanno fatto rabbia i nostri errori, abbiamo rotto la partita e ancora una volta è quello che dobbiamo sottolineare. Era una partita che non si poteva perdere».

SCELTE – Il mister ha deciso di partire con Gustafson al posto di Bartolomei. Ecco i motivi della sua scelta: «Bartolomei era in panchina per scelta, ha giocato martedì e con i cambi sarebbe potuto entrare, ma avevamo altre esigenze. Gustafson ha fatto una buona partita. Bàez sostituito al 45′? era molto nervoso e già ammonito, avevo paura che potesse complicare la situazione». 

Sezione: News / Data: Sab 06 marzo 2021 alle 16:54 / Fonte: cuoregrigiorosso.com
Autore: Orlando Aita / Twitter: @OrlandoAita1992
Vedi letture
Print