Probabilmente, anzi sicuramente, neppure il diretto interessato poteva immaginare che quella prima firma sul contratto, era il 3 aprile del 2007, avrebbe significato qualcosa di così speciale. Di quasi unico nel suo genere. Perché da quel primo giorno con la Salernitana, all'epoca c'era Antonio Lombardi alla guida di un club reduce da una semifinale playoff e da un decimo posto in C1, sono successe davvero tante cose. Tantissime.  Una firma dietro l'altra ed eccoci qui a parlare di undici stagioni vissute in granata da Angelo Mariano Fabiani (mai un ruolino di marcia così duraturo nel corso della sua carriera): le prime tre dal 2007 al 2009 e condite da una promozione in Serie B; le successive otto dal 2014 al 2021 con una nuova promozione nel torneo cadetto prima dello storico approdo in A. Lì dove esattamente tra qualche settimana potrebbe ritornare a distanza di diversi anni e festeggiare di fatto la dodicesima stagione con la Salernitana: "Ad essere onesto non ci penso, perché ora come ora non prevale il singolo bensì esclusivamente il bene della Salernitana ci tiene subito a precisare Fabiani - Visto il momento mi preme tranquillizzare la tifoseria, Lotito e Mezzaroma stanno facendo il massimo per il bene del club. Entrambi vogliono che la Salernitana finisca in buone mani, per poter dare così anche seguito all'ottimo lavoro svolto fino ad oggi. Sono a conoscenza del fatto che la proprietà ha dato mandato a dei legali di indubbio valore per gestire l'intera vicenda, per cui è ovvio che ci sia massima riservatezza sugli sviluppi. Posso solo dire che quello che in questo momento si legge attraverso i media non rappresenta la realtà dei fatti". 
 

Sezione: News / Data: Mer 09 giugno 2021 alle 18:30 / Fonte: Il Mattino
Autore: TS Redazione
Vedi letture
Print