Nel grande campionato che sta disputando la Salernitana si parla spesso della difesa campana, davvero impenetrabile e con i singoli difensori sempre attenti. Terza miglior difesa del campionato e ben 15 clean sheets, partite senza aver subito gol, nelle 32 gare disputate. Quasi una volta ogni due partite, e se consideriamo che il Chievo forse non aveva segnato, il Pisa e il Lecce all'Arechi hanno violato la difesa granata solo su rigore, comprendiamo meglio la forza della fase difensiva granata.

Non può essere tutto merito dei difensori. Poco si parla dello straordinario campionato che stanno facendo i centrocampisti (Di Tacchio, Capezzi, Coulibaly e Kupisz). Sono gli uomini ovunque della Salernitana. Li trovi ad attaccare e a difendere, centralmente e sulle fasce, segnano e fanno segnare. Tanta corsa, tantissimi contrasti vinti. Capitan Di Tacchio è dappertutto, copre tutte i buchi lasciati liberi dai compagni, spesso gli avversari rimbalzano indietro quando passano dalle sue parti. C'è Capezzi che corre come un forsennato per tutti i minuti che ha a disposizione, a cui aggiunge anche una tecnica di base non indifferente. Nella sfida col Frosinone irrideva quasi gli avversari con sombreri e palleggi di ginocchio, sembrava avesse quattro gambe invece di due. A Coulibaly gli manca la lucidità negli ultimi 16 metri altrimenti starebbe già in serie A per quanto sia forte fisicamente e quanto corra. Da quando è arrivato a gennaio non si è mai fermato, solo una distorsione lo ha costretto ad alzare bandiera bianca. E poi c'è Kupisz, pupillo di Castori e jolly a tutto campo, esterno e interno, altro motorino inesauribile che ha anche segnato 3 reti e ieri ha fornito l'assist a Cicerelli. Il grande campionato della Salernitana è la conseguenza del grande campionato di tanti singoli calciatori, compresi i centrocampisti. 

Sezione: News / Data: Mar 06 aprile 2021 alle 13:00
Autore: Lorenzo Portanova
Vedi letture
Print