Gennaro Tutino è stato richiesto espressamente da Fabrizio Castori nel mercato estivo della Salernitana. Il tecnico marchigiano voleva lui da affiancare a Milan Djuric per formare una coppia dalle caratteristiche ben definite. Arrivato dopo più di un mese di trattative, Tutino ha subito fatto vedere di cosa è capace. Il bomber napoletano ha segnato 4 gol nelle prime 4 partite con i granata (Sudtirol, Chievo e doppietta al Pisa).

10 i gol totali finora più 5 assist e un rigore procurato, mese di febbraio straordinario con il premio di giocatore del mese della serie B. Poi si è fermato, qualche panchina e niente reti, ma sempre tanto movimento e tanto fastidio alle difese avversarie. Ingenerosa qualche critica per i pochi gol realizzati, paragonati per esempio a Coda e Mancuso. Anche e soprattutto perchè Gennaro Tutino non è un vero e proprio attaccante. 

Nasce e gioca quasi sempre come esterno sinistro di un 4-3-3. Non si può pretendere da un esterno che faccia 20 gol a stagione. Solo a Cosenza e a Salerno quest'anno ha giocato più da attaccante e ha raggiunto comunque la doppia cifra. Ma chiedere a Tutino i 20 gol che solo i veri attaccanti di ruolo posso dare, è eccessivo. Il campionato di Gennaro è finora positivo dal punto di vista realizzativo, bisognava magari affiancargli un attaccante puro, un Coda o un Pettinari, cosicchè si sarebbe formato un trio davvero temibile e affiatato. I 15 gol per il rinnovo automatico sarebbero un risultato straordinario (e non è detto che non li raggiunga), in ogni caso il campionato di Gennaro resta ottimo, in linea con quello che ci si poteva aspettare dal suo curriculum e che molti hanno dimenticato.

Sezione: News / Data: Mer 07 aprile 2021 alle 13:00
Autore: Lorenzo Portanova
Vedi letture
Print