Tornava in campo dopo due settimane d'assenza a causa di un infortunio muscolare, qualcuno addirittura ipotizzava un Adamonis titolare fino a fine stagione in virtù del grande rendimento garantito contro Ascoli, Reggiana e Spal. gare in cui ha parato tutto tornando a casa con la porta inviolata. Quello del portiere, tuttavia, è un ruolo delicato, in cui le gerarchie contano e non bisogna stravolgere nulla se non in casi eccezionali. E così Vid Belec è tornato in porta, in un match difficile come quello contro la Cremonese. Risultato? Anche in questo caso saracinesca abbassata, pericolo Ciofani rispedito al mittente (interrotta una serie record del centravanti) e gara di grandissimo spessore, in cui ha saputo farsi trovare pronto ogni volta che è stato sollecitato. Nel primo tempo è stato Jaroszynski a salvarlo con una scivolata strepitosa in chiusura su Baez, nella ripresa ha tremato quando Gaetano è sbucato alle spalle di Aya e poteva segnare a porta vuota. Per il resto, però, Belec ha trasmesso sicurezza, ha guidato la difesa, ha capito quando farsi sentire per tenere alta la concentrazione e si è opposto con bravura a tutti i tentativi dello scatenato Colombo nella ripresa. Il voto? Un 6,5 assolutamente meritato. 

Sezione: News / Data: Dom 07 marzo 2021 alle 19:00
Autore: Gaetano Ferraiuolo
Vedi letture
Print