La parte conclusiva della regular season di questa Serie B si farà attendere un po’: la decisione è stata presa dalla Lega di B nell'ultima assemblea. Questo per dare priorità alle gare ancora da recuperare a causa dei casi di positività al Covid che hanno visto coinvolte alcune squadre partecipanti e far sì che tutte si presentino alle ultime 4 sfide di campionato con lo stesso numero di gare disputate. L'ultimo caso riguarda il Pescara, alle prese con ben 8 positivi nel gruppo squadra e impossibilitato a scendere in campo nell'ultimo turno di campionato contro la Virtus Entella. 

La Salernitana, dunque, tornerà in campo il prossimo primo maggio per affrontare il Monza, in un big match dal sapore di Serie A. I granata, di conseguenza, giocheranno la prossima gara con due settimane di stop alle spalle. Un vantaggio o un male per la formazione di Castori?

I dati fanno ben sperare: quest’anno, sono state tre le occasioni in cui i campani sono tornati in campo dopo più di 10 giorni dal match precedente. In due di queste, è arrivata una vittoria.

Lo scorso 17 ottobre la Salernitana ha affrontato il Pisa dopo 14 giorni senza gare, ottenendo una larga vittoria per 4-1. Il 23 novembre, invece, è arrivato un successo per 2-1 sulla Cremonese dopo 14 giorni di stop. L’unica sconfitta dopo un lungo periodo di “inattività” è sopraggiunto il 17 gennaio, quando l’Empoli si è imposto per 5-0, nel momento più negativo della stagione granata.

Castori avrà a disposizione questi giorni per far ricaricare le batterie ai propri uomini e per studiare il colpaccio: la seconda posizione dista solo una lungezza, dopo il successo in rimonta sul Venezia è più che lecito sognare in grande.

Sezione: News / Data: Lun 19 aprile 2021 alle 20:30
Autore: Ferdinando Gagliotti / Twitter: @Ferdinandogagl3
Vedi letture
Print