La Salernitana si prepara ad afftontare il terzo campionato di serie A della sua storia. Nei due precedenti ci fu la retrocessione immediata in serie B. Ottenere la salvezza sarebbe quindi un risultato storico. Per riuscirci però non bisogna commettere gli errori del passato. Nel campionato 1998/99 ci furono molte situazioni poco chiare con alcuni risultati "strani" arrivati dagli altri campi. Oltre a ciò però, la retrocessione fu anche conseguenza di alcune decisioni errate. A cominciare dalla costruzione della squadra, che dovrà essere completata a dovere e nei tempi giusti. Nel 1998/99 la squadra era fortissima ma incompleta, mancava il centravanti per esempio (non fu confermato Artistico per prendere Chianese e Belmonte) e forse anche qualche difensore centrale che potesse aiutare Fresi e Fusco. Totò Fresi poi arrivò solo ad ottobre, a campionato già iniziato con i granata che avevano già perso molte partite che poi sarebbero risultare fatali. Sarà fondamentale quindi presentarsi ai nastri di partenza del campionato con una squadra già completa in tutti i reparti e prendere subito le decisioni più opportune, per non rischiare di compromettere quanto di buono fatto nel campionato appena concluso.

Sezione: News / Data: Ven 11 giugno 2021 alle 12:00
Autore: Lorenzo Portanova
Vedi letture
Print