SALERNITANA, la salvezza e il sogno play-off

17.01.2020 15:00 di Orlando Aita   Vedi letture
© foto di Carlo Giacomazza/TuttoSalernitana.com
SALERNITANA, la salvezza e il sogno play-off

La lunga sosta invernale sta per giungere al termine: due settimane senza il calcio, la Serie B e la nostra Salernitana. Un'astinenza dura, difficile, che da stasera scomparirà. E potremmo goderci così, senza pause, lo spettacolo del campionato cadetto almeno fino alla metà di giugno, periodo in cui si giocheranno i play-off e i play-out. Nelle diciannove partite che restano la squadra granata dovrà dare il massimo, sia sotto l'aspetto tattico che quello mentale. Bisognerà raggiungere la salvezza, obiettivo minino stagionale, nel minor tempo possibile e poi, magari, puntare a qualcosa di più ambizioso. 

Non si dovrà ripetere l'errore del girone d'andata: disputare una prima parte straordinaria, con numeri pazzeschi e con una media punti da 'promozione diretta' e poi, improvvisamente, arrestare il cammino e rischiare di trovarsi in zone della classifiche particolari. La media punti a partita della Salernitana, al momento, è di 1, 37. E il bilancio è in totale equilibrio: sette vittorie, sette sconfitte e cinque pareggi. Uno score migliorabile soprattutto per le potenzialità che i campani hanno dimostrato in alcune partite. La costanza e la continuità dovranno essere i punti cardini della seconda parte di stagione. E soprattutto bisognerà partire con il piede giusto già domenica, a Pescara. Una partita, quella contro gli abruzzesi, difficile e uno scontro diretto con vista 'play-off'. Una vittoria granata sarebbe importante per la classifica e per l'ambiente. Perdere, invece, confermerebbe i limiti della rosa, comunque già visti negli ultimi quattro mesi di campionato. L'anno nuovo deve rappresentare un punto di svolta, un nuovo inizio. Lasciamoci alle spalle gli errori degli anni passati e diamo una nuova opportunità alla squadra e alla società. Mancano ancora sei mesi alla fine del campionato e tutto può ancora succedere.