Il primo ad abbracciare Tutino dopo il gol del 2-1 al Pordenone, è stato il capitano Di Tacchio. Una corsa verso il suo compagno per festeggiare un gol che può valere un campionato. Il capitano è scoppiato poi in un pianto liberatorio. Le lacrime di Ciccio Di Tacchio sono le lacrime di una città e una tifoseria intera, è stato un gol quasi liberatorio dopo tanti anni di sofferenze. Proprio quel Di Tacchio che due anni fa, di questi tempi, salvava la Salernitana da una retrocessione nell'anno del centenario. E che ora sta guidando verso un traguardo che, dopo il rigore al 96°, è più vicino che mai.

Sezione: News / Data: Mar 04 maggio 2021 alle 18:00
Autore: Lorenzo Portanova
Vedi letture
Print